Morto Giampiero Pesenti, chi era il re del cemento italiano

giampiero pesenti
Giampiero Pesenti (Imagoeconomica)
Share
giampiero pesenti
Giampiero Pesenti (Imagoeconomica)

Giampiero Pesenti, è morto oggi all’età di 88 anni. Con il padre Carlo aveva fondato uno dei gruppi più importanti al mondo per la produzione di cemento: Italcementi. Attualmente ricopriva la carica di presidente onorario di Italmobiliare Spa e presidente onorario della Fondazione Pesenti (dal cui sito internet sono raccolte le informazioni contenute in questo profilo).

Nato a Milano il 5 maggio 1931, Pesenti aveva conseguito una laurea in Ingegneria Meccanica al Politecnico di Milano, e una Laurea Honoris Causa in Ingegneria Gestionale all’Università di Bergamo.

Inizia la sua attività nel 1958 in Italcementi, diventandone prima direttore generale poi consigliere delegato e infine presidente fino al passaggio di controllo della società nel 2016.

Nel 1984 assume la carica di presidente e consigliere delegato di Italmobiliare (presidente dal 2014 al 2016).

Oltre alla presenza nel corso degli anni in diversi consigli di amministrazione di  primarie società italiane e internazionali, ha ricoperto la carica di vicepresidente di Confindustria dal 1992 al 1996.

Nel 1977 è stato nominato Grand’Ufficiale e nel 2009 ha ricevuto le insegne di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Nel 1989 è stato insignito dell’alta onorificenza di Cavaliere del Lavoro. Nel 2004 era stato fregiato dal Presidente della Repubblica Francese dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine della Legion d’Onore.