Seguici su
Leader 24 luglio, 2019 @ 9:20

Morto Giampiero Pesenti, chi era il re del cemento italiano

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
Forbes Italia è l'edizione italiana del magazine più famoso al mondo su classifiche, cultura economica, leadership imprenditoriale, innovazione e lifestyle. chiudi
giampiero pesenti
Giampiero Pesenti (Imagoeconomica)

Giampiero Pesenti, è morto oggi all’età di 88 anni. Con il padre Carlo aveva fondato uno dei gruppi più importanti al mondo per la produzione di cemento: Italcementi. Attualmente ricopriva la carica di presidente onorario di Italmobiliare Spa e presidente onorario della Fondazione Pesenti (dal cui sito internet sono raccolte le informazioni contenute in questo profilo).

Nato a Milano il 5 maggio 1931, Pesenti aveva conseguito una laurea in Ingegneria Meccanica al Politecnico di Milano, e una Laurea Honoris Causa in Ingegneria Gestionale all’Università di Bergamo.

Inizia la sua attività nel 1958 in Italcementi, diventandone prima direttore generale poi consigliere delegato e infine presidente fino al passaggio di controllo della società nel 2016.

Nel 1984 assume la carica di presidente e consigliere delegato di Italmobiliare (presidente dal 2014 al 2016).

Oltre alla presenza nel corso degli anni in diversi consigli di amministrazione di  primarie società italiane e internazionali, ha ricoperto la carica di vicepresidente di Confindustria dal 1992 al 1996.

Nel 1977 è stato nominato Grand’Ufficiale e nel 2009 ha ricevuto le insegne di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Nel 1989 è stato insignito dell’alta onorificenza di Cavaliere del Lavoro. Nel 2004 era stato fregiato dal Presidente della Repubblica Francese dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine della Legion d’Onore.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!