Negli Usa c’è un parco dei diamanti dove chi trova una gemma può tenersela

Share

parco di diamanti

Articolo di Nicholas Reimann apparso su Forbes.com

Fatto chiave

Un uomo dell’Arkansas ha rinvenuto uno dei più grandi diamanti mai scoperti nello Stato, trovando una pietra da oltre nove carati che inizialmente pensava potesse essere solo vetro.

Aspetti principali

  • Kevin Kinard, 33 anni, ha trovato la pietra durante la ricerca al Crater of Diamonds State Park lo scorso Labor Day, ha scritto in un comunicato stampa l’Arkansas State Parks.
  • Il diamante è il secondo più grande mai trovato al Crater of Diamonds State Park dalla sua apertura nel 1972, superato solo dall’ “Amarillo Starlight” da 16,37 carati scoperto nell’agosto 1975, il più grande diamante mai trovato negli Stati Uniti.
  • Il diamante di Kinard è da 9,07 carati.
  • La pietra è stata chiamata “Kinard Friendship Diamond”, secondo l’Arkansas State Parks, poiché è tradizione nominare i grandi diamanti con i nomi di chi li ritrova.
  • I visitatori che trovano diamanti o altri minerali sul luogo possono tenerli per sé.

Cosa non sappiamo

A questo punto non è chiaro quanto potrebbe valere la gemma. Una stima accurata dovrebbe essere fatta di persona da un gioielliere. L ‘”Amarillo Starlight” ha raggiunto una stima del prezzo di almeno $ 150.000.

Grandi numeri

1 o 2. Questo è il numero di diamanti che di solito si trovano ogni giorno al Crater of Diamonds State Park. Finora, 246 diamanti sono stati trovati sul posto nel 2020, secondo l’Arkansas State Parks. L’ammissione all’area di ricerca dei diamanti al Crater of Diamonds State Park è attualmente limitata a 1.000 persone al giorno a causa della pandemia di coronavirus.

Key background

L’Arkansas è ben noto per i suoi diamanti, specialmente al Crater of Diamonds vicino a Murfreesboro, che ospita l’unica miniera di diamanti attiva negli Stati Uniti. I diamanti della zona si trovano spesso dispersi nel terreno, dopo essere stati dissotterrati da un cratere vulcanico esploso milioni di anni fa. Proprio quell’evento, secondo l’Arkansas State Parks, avrebbe preservato i diamanti.