Seguici su
Lifestyle 13 Ottobre, 2020 @ 2:30

Luxury Private Group al servizio dei super ricchi

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi
Giuseppe Barboni (il primo da destra) al galà dell’amfAR nel settembre 2019 (Victor Boyko/Getty Images for Absolut Elyx)

“Vuoi gli accessi per i gala più esclusivi al mondo? Vuoi che al tuo party privato di 50 persone venga la tua star di Hollywood preferita? Vuoi parlare col banchiere o il potente di turno? Che problema c’è…. Ci siamo noi”, dice Giuseppe Barboni.

Orecchie a cavolfiore tipiche del lottatore ma modi e abbigliamento curati. Si è laureato con l’ex ministro Vincenzo Scotti.  Ha amici dappertutto, tra cui personaggi come Orlando Bloom e Adrien Brody. Barboni, poco più che trentenne, è un ex militare, nipote del senatore Antonio:  ha creato Luxury Private Group una società che offre servizi di real estate e conciergerie e che, tra i primi clienti ha già trovato la Fondazione del Principe di Monaco. In sostanza Luxury Private Group, attraverso il reticolo di conoscenze e di broker di Barboni, offre a clienti ricchi e ricchissimi l’acquisto di un attico, piuttosto che un jet o uno yacht di superlusso ma anche il loro affitto per un periodo, con (e questo è il suo valore aggiunto) tutti i servizi di cui un vero ricco non può fare a meno. Una nota del Luxury Private Group specifica che il target della società è una clientela di alto lusso e le maggiori zone d’interesse sono la Costa Azzurra, la Svizzera, l’Italia  in località la Costiera Amalfitana, la Costa Smeralda, la Toscana ma anche e soprattutto Milano. Il team è composto da professionisti multilingue e per ogni area di clientela c’è un account manager madrelingue.

“Cerco giovani eleganti, colti e raffinati per assumerli come procacciatori d’affari”, è la ricetta di Barboni. “Ognuno  è imprenditore di se stesso e può avere con sé altri collaboratori, così da creare una catena di Sant’Antonio virtuosa con l’opportunità di vendere dei prodotti che consentono guadagnare molto bene. Inoltre per vendere è importantissima l’informatica, perché dove non puoi arrivare tu arrivano i social, arriva la rete”.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!