Coca-Cola acquista il 30% di Caffè Vergnano e distribuirà i suoi prodotti all’estero

Photo by Richard Levine/Corbis via Getty Images
Share

Un altro gioiellino italiano finisce nei radar di una grande azienda multinazionale. Caffè Vergnano, infatti, ha annunciato ufficialmente di aver raggiunto un accordo con Coca-Cola per la distribuzione esclusiva dei suoi prodotti all’estero. Nell’ambito del deal, l’azienda americana ha rilevato anche il 30% dell’azienda torinese le cui redini resteranno però in mano alla famiglia che la guida da 135 anni.

“La firma di questo accordo con Coca-Cola rappresenta un momento importante per l’evoluzione di Caffè Vergnano: è la conferma di come un family business gestito in modo coerente e consapevole possa raggiungere grandi obiettivi senza perdere la propria natura e i propri valori”, commentano Franco e Carlo Vergnano, rispettivamente ceo e presidente di Caffè Vergnano.

La storia dell’azienda, in effetti, è di quelle di una volta e inizia fin dal 1882, anno in cui Domenico Vergnano aprì una piccola bottega a Chieri. L’attività è cresciuta fino al 1930, quando la famiglia decise di intraprendere un investimento coraggioso: acquistare una fattoria produttrice di caffè in Kenya. Da allora è iniziata la trasformazione da piccola bottega ad azienda conosciuta anche all’estero, tanto che intorno al 2000 Caffè Vergnano contava 150 caffetterie in 88 paesi al mondo. Una crescita che si sostanziò anche nella scelta del celebre attore Dustin Hoffman come testimonial nel 2005.

LEGGI ANCHE:“Moda sostenibili: dalle bottiglie di Coca Cola nascono le nuove borse Kipling”

Adesso la volontà di espandere il brand all’estero ha portato la realtà torinese a incrociare i propri passi con un colosso del calibro di Coca-Cola. “Siamo molto lieti di accogliere Coca-Cola come nostro nuovo partner strategico per contribuire a sviluppare nuove opportunità di crescita e sostenere il viaggio del nostro brand al di fuori del nostro mercato domestico”, aggiungono Carolina Vergnano, Enrico Vergnano e Pietro Vergnano, quarta generazione della famiglia impegnata nel consiglio d’amministrazione dell’azienda. “Il caffè non è solo un prodotto ma un rito sociale che attraversa Paesi e continenti. Combinando l’esperienza, il know-how di Coca-Cola con la qualità delle nostre miscele e la profonda conoscenza del settore, siamo certi che questa si rivelerà una partnership illuminata per esportare nel mondo i valori e la cultura dell’autentico espresso italiano”.

Anche dai piani alti del colosso americano delle bibite, infatti, sono arrivati messaggi di soddisfazione per l’accordo raggiunto. “Siamo grati per la fiducia riposta in noi dalla famiglia Vergnano e siamo entusiasti delle opportunità che ci attendono con questo fantastico marchio”, è stato il commento di Zoran Bogdanovic, ceo di Coca-Cola HBC. “Con Caffè Vergnano abbiamo la possibilità di costruire un portafoglio completo di caffè capace di soddisfare le diverse preferenze dei consumatori. Restiamo rispettosi dei 140 anni di storia dell’azienda e della dedizione e passione delle quattro generazioni che hanno creato un marchio di caffè così ricco e rinomato, sinonimo dell’autentica esperienza del caffè italiano”.