Seguici su
Life 28 Novembre, 2019 @ 4:42

Dentro l’appartamento di Manhattan in affitto per 99mila dollari al mese

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi
Vivere a New York: appartamento di lusso a Central Park Sout
(shutterstock)

Vivere a New York nel cuore di Manhattan non è per tutti, ma quando l’affitto arriva a toccare i 99mila dollari al mese, beh, allora la cerchia dei fortunati si fa ancora più ristretta.

Inserito in un contesto unico, l’appartamento di lusso con vista mozzafiato sul verde di Central Park si trova all’interno di uno dei grattacieli più alti di New York, il 220 Central Park South, realizzato dall’architetto Robert AM Stern, già preside della Yale School of Architecture. Lo stesso grattacielo dove, a inizio anno, il miliardario Kenneth C. Griffin, fondatore della società di investimenti Citadel e 38esimo nella classifica dei miliardari d’America Forbes 400, ha acquistato per 238 milioni di dollari quella che è stata valutata come la casa più costosa degli Stati Uniti. Non a caso il palazzo è stato definito “billionaire’s bunker”, ovvero il “bunker dei miliardari”.

L’edificio, rivestito in pietra calcarea Alabama Silver Shadow, offre ai suoi residenti un livello completamente nuovo di vita extra-lusso con quasi 2.000 mq di servizi. The Artisans ‘Club, progettato da The Office of Thierry W. Despont, come nella tradizione dei migliori club residenziali di Manhattan, dispone di sale club, sale da pranzo, ristorante riservato ai soli residenti gestito da Jean George, sala proiezioni e sala giochi, sala giochi per bambini, un giardino d’inverno e un’elegante biblioteca. Il 220 Athletic Club & Spa comprende: una piscina di acqua salata, sauna e bagni turchi, centro fitness, studi di yoga e pilates, campo da squash, campo da basket, sala per simulatore di golf e spogliatoi con sale per trattamenti privati.

Nel dettaglio, l’appartamento (Unit 28A) si sviluppa su 344 mq con soffitti alti 3 metri e conta 4 camere da letto e 4,5 bagni. Dotato di tutti i comfort e pronto per essere abitato, tutto al suo interno è ispirato al lusso di design e porta la firma del famoso architetto e designer brasiliano, Bick Simonato.

La splendida cucina è arredata con ripiani in marmo, una grande isola centrale, mobili in vetro e cromo, frigorifero e elettrodomestici di ultima generazione. La camera da letto padronale affacciata sul parco è stata progettata in modo intelligente per includere due cabine armadio e una zona spogliatoio con finestre. Il suo bagno rivestito in marmo comprende: una doccia a vapore chiusa, una vasca da bagno e doppio lavabo. Impianto audio, pavimenti in legno a spina di pesce e pavimenti riscaldati in tutti i bagni, sistema di aerazione centralizzato e tende motorizzate completano questa elegantissima residenza.

Life 26 Giugno, 2019 @ 10:19

Airbnb ha una nuova piattaforma dedicata al lusso, dove affittare anche un’isola privata

di Roberta Maddalena

Staff writer, Forbes.it

Scrivo di moda, viaggi, arte e nuove tendenze.Leggi di più dell'autore
chiudi
isola mare cielo barca
(Courtesy Airbnb)

La domanda da parte degli utenti Airbnb di alloggi ed esperienze di lusso è in forte crescita, basti pensare che nel 2018 il numero di prenotazioni per alloggi del valore di almeno 1.000 dollari a notte ha registrato una crescita superiore al 60%. Una ragione sufficiente per indurre la società di San Francisco a investire nella nuova divisione Luxe, nata proprio per rispondere al crescente interesse per i viaggi di fascia alta (secondo gli analisti il settore vale oggi più di 200 miliardi di dollari).

E se hai sempre sognato di passare le vacanze su un’isola privata tutta per te, ora è possibile: tra le 2mila soluzioni in tutto il mondo offerte dalla piattaforma è possibile infatti affittare l’atollo privato di Nukutepipi, nella Polinesia Francese, che con le sue 3 ville e 15 bungalow sulla spiaggia può ospitare fino a 52 persone. Scenario del film The Beach. Ma come tutti i sogni, ha il suo prezzo: soggiornare nel paradiso dell’Oceano Pacifico costa infatti 1 milione di dollari a settimana.

Il viaggio nel lusso di Airbnb è iniziato qualche tempo fa quando la società americana ha acquisito Luxury Retreats, piattaforma specializzata nell’affitto di dimore a cinque stelle, che continuerà a operare come marchio indipendente. Per ogni prenotazione Airbnb Luxe ci sarà un trip designer dedicato che si occuperà di esperienze e servizi personalizzati come l’organizzazione di attività locali, babysitting, chef privati, massaggiatori in loco o sessioni di allenamento in palestra.

E sarà in grado di assicurarti un tavolo in un ristorante stellato Michelin. Naturalmente, per entrare nell’Olimpo delle case di lusso bisogna rispondere a criteri rigorosi, ben 300, come la presenza di finiture di pregio o elettrodomestici di prima qualità. Ma con chi si potrebbe trovare a competere a questo punto Airbnb? Tra i possibili concorrenti ci sarebbero Oliver’s Travel, HomeAway e Four Seasons Private Retreats, che offrono proposte simili.