Seguici su
Trending 25 Febbraio, 2020 @ 2:00

Il miliardario Li Ka-shing sta donando migliaia di mascherine contro il coronavirus

di Simona Politini

Staff

Leggi di più dell'autore
chiudi
Li Ka-shing (Dario Cantatore/Getty Images)

Il coronavirus ci separa, ognuno chiuso nelle proprie case, ma ci unisce al tempo stesso attraverso la condivisione della speranza che al più presto venga domato e debellato. In questa lotta tra noi e il virus ognuno fa quel che può per proteggere se stesso e gli altri. C’è però chi può fare di più, e non si tira indietro. Così, mentre Bill Gates dona 10 milioni di dollari, dal lato opposto del Pacifico, un altro miliardario si prodiga a distribuire 250.000 mascherine ai più bisognosi di Hong Kong. Stiamo parlando di Li Ka-shing, la 28esima persona più ricca al mondo secondo la classifica Forbes Billionaires con un patrimonio stimato in 27,6 miliardi di dollari.

Mascherine sanitarie, il regalo del miliardario Li Ka-shing alle organizzazioni in prima linea per combattere il coronavirus

Come riporta il comunicato ufficiale della  Li Ka Shing Foundation, fondazione voluta da Li Ka-shing nel 1980 per “ispirare il miglioramento della società attraverso il sostegno alle iniziative educative e sanitarie”, la fondazione “ha lavorato duramente per acquistare mascherine sanitarie e altri indumenti protettivi da fornitori di tutto il mondo. Il primo lotto è appena arrivato a Hong Kong e la Fondazione distribuirà le 250.000 mascherine a 13 organizzazioni di assistenza sociale e sei case per anziani.”

La donazione di mascherine si va ad aggiungere ad una precedente donazione di 100 milioni di HK $ (circa 13 milioni di dollari americani) a sostegno del personale medico in prima linea a Wuhan, epicentro dello sviluppo del coronavirus.

Chi è Li Ka-shing, il miliardario di Hong Kong che regala mascherine sanitarie per contrastare il coronavirus

Lo chiamano Superman, e il motivo è chiaro a tutti. A soli 21 anni, con in tasca appena 6.500 dollari racimolati tra risparmi e prestiti dai parenti, il giovane cinese Li Ka-shing fonda la Cheung Kong Industries, azienda specializzata nella produzione di materie plastiche.

Vent’anni dopo la Cheung Kong Industries si evolve in una società di investimento immobiliare e cambia la sua denominazione in Cheung Kong (Holdings) Limited. La holding company cresce rapidamente sino a diventare un conglomerato multinazionale registrato presso le isole Cayman e con sede a Hong Kong.

Il 3 giugno 2015 la società si fonde con la sua controllata Hutchison Whanpoa dando vita alla CK Hutchison Holdings. Li ne ricopre il ruolo di presidente per tre anni e nel maggio 2018 va in pensione riservandosi la carica di senior advisor. Da quel momento spetta al figlio Victor la responsabilità di dirigere il conglomerato che ormai opera in più di 50 nazioni attraverso oltre 300.000 dipendenti.

La fortuna però, si sa, sale e scende e quest’anno Li Ka-shing ha perso lo scettro dell’uomo più ricco di Hong Kong. Secondo la classica Forbes dei 50 uomini più ricchi di Hong Kong 2020, per l’appunto,  Li Ka-shing  è stato superato dal fondatore, quasi coetaneo, della  Henderson Land Development Lee Shau-kee che registra un patrimonio stimato di 29,7 miliardi di dollari.

Leader 24 Ottobre, 2019 @ 4:00

In una notte un 24enne è diventato più ricco di Donald Trump

di Daniel Settembre

Staff writer, Forbes.it

Coordinatore di Forbes ItaliaLeggi di più dell'autore
chiudi
(Shutterstock)

Svegliarsi miliardario. È quello che è successo a un 24enne cinese a cui i genitori hanno donato ben 3,8 miliardi di dollari. Lui è Eric Tse ed è il figlio di Tse Ping, fondatore della Sino Biopharmaceutical (società quotata a Hong Kong) e membro di una delle famiglie più ricche della Cina. Secondo quanto riportato da Bloomberg, insieme alla moglie, ha deciso di trasferire un quinto del capitale dell’azienda (circa 2,7 miliardi di azioni) al figlio Eric, rendendolo così miliardario in meno di 12 ore e addirittura più ricco del presidente Donald Trump, che secondo Forbes ha un patrimonio di 3,1 miliardi di dollari, di Reed Hastings, co-fondatore di Netflix (3,2 miliardi di dollari), di Kylie Jenner e dei due co-fondatori di Snapchat, Evan Spiegel e Bobby Murphy.

Tse Ping si era già dimesso da presidente di Sino Biopharmaceutical nel 2015 cedendo il ruolo all’altra figlia Theresa, rimandendo comunque direttore esecutivo. Anche la moglie di Tse, Cheng Cheung Ling, è direttore esecutivo della società farmaceutica.

Eric Tse è invece nato a Seattle, ha frequentato la scuola elementare a Pechino e la scuola secondaria a Hong Kong, poi si è laureato in finanza presso la Wharton School dell’Università della Pennsylvania. Ha fondato la China Summit Foundation, un ente di beneficenza che sostiene iniziative educative e culturali. Inoltre, Sino Biopharmaceutical ha nominato Eric direttore esecutivo e membro del comitato esecutivo della società. Il suo compenso è fissato a 3,9 milioni di HK $ (498mia dollari) all’anno, oltre ai bonus.

La donazione effettuata in queste ore non è isolata e fa parte di uno tsunami di passaggio generazionale che sta interessando buona parte della ricchezza in Asia. Nel 2018, ricorda Bloomberg, quattro magnati cinesi hanno investito oltre 17 miliardi di dollari in fondi familiari, mentre molti dei maggiori costruttori di Hong Kong sono impegnati nella pianificazione successoria. Uno dei maggiori vantaggi è che Hong Kong non ha tasse sulle donazioni o sulla ricchezza ereditata.

Bloomberg scrive anche che, secondo una dichiarazione, il ragazzo avrebbe specificato che proverà a mantenere un basso profilo e “cercherà di non partecipare” agli richieste delle testate giornalistiche di includerlo individualmente nelle classifiche sui ricchi globali e raccomanderebbe invece che la fortuna sia attribuita alla famiglia Tse Ping.

Al momento infatti nella lista Forbes Billionaires Eric Tse non è presente, mentre Tse Ping è al 804° posto con un patrimonio netto stimato (aggiornato al 24 ottobre) di 8,4 miliardi di dollari. A marzo del 2019, quando è stata pubblicata l’ultima edizione della Forbes Billionaires, aveva un patrimonio di 2,8 miliardi di dollari.