Seguici su
Strategia 19 Agosto, 2019 @ 11:16

Pianificare il proprio futuro in 7 giorni

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi
(GettyImages)

Non è facile riuscire a mettere in pratica un’idea, che sia di natura imprenditoriale, lavorativa o personale. Spesso l’esempio è ciò che può guidare davvero. Quello di qualcuno che ha già seguito una strada simile, anche compiendo errori, e che può fornire consigli su come fare le cose al meglio.

È da qualche mese in libreria “7 giorni per volare”, volume che si prefigge proprio questo: fornire un metodo “facile e duplicabile” per aiutare chiunque a realizzarsi o a far crescere il proprio business o la propria idea. A scriverlo Daniele Viganò, imprenditore dal 1990 in diversi settori, dal farmaceutico all’immobiliare, dal tech all’energia, fino alla blockchain, dove ha contribuito a fondare la piattaforma di social shopping Coinshare, oltre che formatore e speaker motivazionale agli eventi di grandi aziende o istituzioni.

Con i suoi corsi ha già formato oltre 150.000 persone tra Italia e Spagna dove vive da molti anni. Viganò è stato anche co-fondatore del gruppo MyBest, che opera nel mercato della switching economy con oltre sette milioni di clienti tra Italia e Spagna e che è quotato all’Euronext di Parigi.

Prendendo spunto dalla sua esperienza personale, Viganò ha messo a punto un metodo contraddistinto da una formula pratica e ripetibile, articolato in sette momenti metaforici per prepararsi al cambiamento, una sorta di manuale per un mercato del lavoro che cambia molto velocemente.

“L’idea è stata quella di creare un libro di consigli che rendessero la mia esperienza duplicabile”,
spiega Viganò. L’ho calata all’interno di una settimana: dal lunedì alla domenica ho utilizzato tutti i giorni per illustrare la mia formula. Si tratta di sette lezioni per pianificare la propria strada, sette consigli utili ed efficaci per vincere le paure, imparare a circondarsi delle persone giuste, credere in se stessi e focalizzarsi sull’obiettivo”.

Ecco una sintesi del metodo:

1. Il giorno delle grandi decisioni (Il giorno prima)
Tutti abbiamo un giorno prima – Quel passo importante che stai per fare – L’importanza di
riconoscere quello che vuoi – Cambiare per coraggio, ma mai per paura – Sfidare i limiti, migliorare ogni giorno – Sentiti responsabile della tua felicità – Crescere per gli altri e grazie agli altri

2. La meta (Lunedì)
Prima di iniziare non affidare il tuo sogno al caso. Scrivi la tua meta e visualizzala perché facendolo aumenti le probabilità di raggiungerlo.

3. Credi (Martedì)
Credici, qualsiasi idea, progetto o nuovo ambizioso obiettivo parte sempre dal credo, in primis in
te stesso. Molti mancano nel martedi.

4. Analisi (Mercoledì)
Prenditi il tempo per verificare il tuo piano e impara a gestire le tue emozioni di fronte agli ostacoli che certamente troverai. Questo ti aiuterà a elaborare un piano con la strategia integrata.

5. Azione (Giovedì)

L’esecuzione e solo quella: metti in moto il tuo piano o la tua idea passando alla pratica senza
chiederti adesso se è la cosa giusta.

6. Circondati delle persone giuste (Venerdì)
Nessuno è solo. La squadra è la tua forza, ma è determinante che sia caratterizzata da rispetto,
motivazione e fiducia oltre che continua crescita.

7. Documentati, continua a imparare (Sabato)
Investi in te stesso e stai al passo con il mercato. Non smettere mai di misurare il miglioramento.

8. Festeggia, i risultati vanno festeggiati (Domenica)
Dai importanza a ogni singola vittoria, tua o della tua squadra. Festeggia e motivati per ottenere
nuovi risultati anche in famiglia. Se siamo capaci di festeggiare allo stadio personaggi quasi sempre sconosciuti perché non lo facciamo per noi stessi.

9. Il piano di esecuzione (Il giorno dopo)
Un ultimo capitolo è dedicato agli “ispiratori”. Di chi si tratta? “Gli ispiratori devono aver fatto. Per me sono persone che ha fatto quello che io sto per fare. E che lo hanno fatto con successo.
L’ispiratore può semplificare il cammino e può darti consigli tangibili”.

A fine settembre, a Roma, Viganò ospiterà oltre 200 persone al suo corso Performance, in cui,
oltre a parlare di comunicazione e delle migliori tecniche di vendita spiegherà anche come
strutturare il proprio piano e come presentarlo.

Abbiamo chiesto a Viganò 3 rapidi consigli per avere impatto quando si presenta un progetto o un’idea a un investitore:

1) Prima ascolta la storia del tuo interlocutore, sempre, che sia un imprenditore o fondo di
investimento. Fai parlare prima gli altri anche se ti invitano a farlo tu. Nell’ascolto possono
uscire informazioni importanti e a tutti piace essere ascoltato.
2) Presentazione breve. Mai più di 30 minuti per tutto per lasciare spazio a domande.
3) Non più di 8 slide se hai il computer. Ricordati di finire la tua presentazione prima che la
persona si stanchi di ascoltarla.

Al corso di Performance parteciperanno come ospiti/relatori alcuni grandi imprenditori tra cui
Andrea D’Agostini esperto di marketing da anni operante negli Stati Uniti.