Seguici su
Style 7 Gennaio, 2020 @ 12:29

Nasce BeSight, una nuova fashion-tech sotto il segno del cloud

di Roberta Maddalena

Staff writer, Forbes.it

Scrivo di moda, viaggi, arte e nuove tendenze.Leggi di più dell'autore
chiudi
digitalizzazione
(GettyImages)

La moda incontra ancora una volta la tecnologia grazie a un’iniziativa indirizzata alle pmi del fashion system. Frutto del sodalizio tra Claudio Marenzi, presidente e amministratore delegato di Herno nonché presidente di Confindustria Moda, Ente Moda Italia e Pitti Immagine, e Andrea Ruscica, fondatore e presidente di Altea Federation, il nuovo progetto imprenditoriale, battezzato BeSight, ha uno scopo ambizioso: dare valore alle sfide di un settore complesso quale risulta quello della moda grazie all’ascolto delle opportunità che le tecnologie offrono alle imprese proiettate al futuro. Alla guida della newco, nel ruolo di chief executive officer, ci sarà Gian Paolo Piscopo, già It director di Herno.

Si tratta, nel dettaglio, di una piattaforma cloud-based che si presenta come un vero e proprio servizio su misura per le aziende che faticano a trovare sul mercato piattaforme tecnologiche altrettanto stabili, sicure e veloci: “Oggi le aziende con fatturato al di sotto dei 200 milioni di euro faticano a trovare sul mercato piattaforme di questo tipo. Con BeSight desideriamo colmare questo importante gap, attraverso una platform aperta, digitale e digitalizzante; un nuovo e unico framework, capace di comunicare in maniera nativa con tutti gli elementi che compongono la catena del valore, supportando le organizzazioni nella creazione di nuovi modelli di business. BeSight nasce con il preciso scopo di proporre modelli evoluti di operations a realtà di tutti i settori, con un focus che si spinge ben oltre la fashion industry”, ha specificato Claudio Marenzi. Il suo quid plus? Il costante monitoraggio delle opportunità offerte dal mercato, che offre una costante crescita della piattaforma.

Forte dell’esperienza trentennale di un team dall’imprinting fashion-tech e una squadra di professionisti da sempre attenti all’innovazione, BeSight nasce per offrire alle aziende del settore fashion & luxury soluzioni capaci di essere un vero elemento abilitante e un fattore distintivo in un contesto industriale in trasformazione e costante evoluzione, caratterizzato da un time-to-market sempre più sfidante. “Il cambiamento che sta prendendo forma nel mondo delle enterprise platform”, osserva Gian Paolo Piscopo, chief executive officer di BeSight, “ci porta a confrontarci con la necessità di piattaforme complete, intelligenti, scalabili e cloud-based. Le aziende vivono sempre di più l’esigenza di sistemi informativi human-centric e accessibili sempre e ovunque, in grado di interagire con molteplici servizi e operare cross-industry in modalità open senza barriere di alcun tipo. In BeSight siamo consapevoli del boost esponenziale di AI, mobility, cloud e big data”.

Podcast 30 Settembre, 2019 @ 1:00

Roberto D’Incau in podcast per Forbes: così il digitale sta trasformando le professioni della moda

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi

Ascolta “Moda, creativi e big data” su Spreaker.

“Nuove tecnologie e big data sono trend destinati a ricoprire un ruolo sempre più importante nel campo della moda”. Così Roberto D’Incau, founder e ceo di Lang&Partners, nel suo podcast Jobs Trend realizzato per Forbes Italia. Non soltanto, la spinta tecnologica, secondo D’Incau, porterà anche a una “ridefinizione molto forte nel ruolo degli influencer”, dove assisteremo a una sorta di “selezione naturale”.

Dopo l’approfondimento su tematiche d’attualità di Editors’ Picks con Marco Barlassina, direttore di Forbes.it, e il focus sulla web reputation di The Fool con Matteo Flora, Jobs Trend con Roberto D’Incau è il nuovo podcast di Forbes Italia: il mondo del lavoro raccontato da uno tra i più importanti opinion leader italiani in ambito hr, founder e ceo di Lang&Partners.

Con la rivoluzione digitale inoltre, secondo D’Incau, la moda andrà incontro a una sempre maggiore “contaminazione culturale tra management e creatività”. Perché nell’attuale contesto, spiega il ceo di Lang&Partners, “i creativi hanno bisogno di management skills e i manager di capire il prodotto per non appiattirsi su livelli standard dettati dal mercato” del negozio o dell’online.

“Noi head hunter – assicura D’Incau – cerchiamo persone che vedano oltre, capaci non soltanto di interpretare lo spirito del momento ma di vedere il futuro”.

Jobs Trend, così come tutti i podcast di Forbes Italia si può ascoltare e scaricare sulle piattaforme Spreaker, Spotify, Apple Podcast e Google Podcast, oltre che nella sezione dedicata su Forbes.it.

 

Tutte le puntate di Forbes Job Trends: