Ma Huateng, ora il miliardario cinese insidia Google e Amazon

Forbes.it
Share
Mu Huateng, fondatore di Tencent (a sinistra) e Jeff Bezos di Amazon.

Per la prima volta un miliardario cinese ha raggiunto la top ten della lista di Forbes dei miliardari più ricchi al mondo. Seppur soltanto per mezza giornata, Ma Huateng è infatti risultato tra i primi dieci più ricchi al mondo, forte di un patrimonio di 48,3 miliardi di dollari, superando in un sol colpo i due fondatori di Google, Larry Page e Sergey Brin, così come i membri della famiglia Walton, eredi del colosso americano della grande distribuzione Walmart.

Le azioni della internet company che ha co-fondato, Tencent Holdings, (e di cui possiede poco meno del 9%), nella mattinata di martedì sono volate alla Borsa di Hong Kong, e il suo patrimonio ha raggiunto quota 48,3 miliardi di dollari. Ma, in seguito a un ribasso delle stesse azioni, il patrimonio è sceso di nuovo a 47,4 miliardi di dollari e Huateng è scivolato in 14° posizione secondo la classifica Forbes Real Time.

Ma Huateng è oggi il miliardario numero uno in Cina, seguito da Jack Ma, il fondatore di Alibaba, il cui patrimonio è di 40,1 miliardi di dollari. Il magnate immobiliare Hui Ka Yan  (cui fa capo Hui China Evergrande Holdings) è, infine, in terza posizione con un patrimonio netto di 40 miliardi.

Inoltre, Tencent ha raggiunto per la prima volta i 500 miliardi di dollari di capitalizzazione, superando addirittura il valore di Facebook. Il titolo Tencent, quotato a Hong Kong dal 2004, ha infatti toccato il record di 439,6 dollari di dollari di Hong Kong (Hk) per azione, raggiungendo quindi una capitalizzazione di mercato di 534,5 miliardi di dollari americani, rispetto a quella del famoso social network di Mark Zuckerberg di circa 519,38 miliardi. Tencent si sta avvicinando anche ad Amazon, che ha una market cap di 542,7 miliardi. Il titolo Tencent da inizio anno ha messo a segno una rialzo di oltre il 120%.

All’inizio di questo mese, Tencent ha acquistato una partecipazione del 12% in Snapchat (Snap). Tra le sue partecipazioni anche una quota di minoranza nel produttore di auto elettriche Tesla Motors e nella società di videogame Activision Blizzard.

 

Share