Dieci profili Instagram da seguire nel 2018

Forbes.it
Share

Kaia Gerber

In un momento storico in cui le immagini hanno preso il sopravvento sulle parole, non sorprende che tra i social network si stia ritagliando un ruolo da protagonista proprio Instagram, che ha nell’apparenza tutta la sua essenza. Con circa 800 milioni di utenti attivi nel mondo, di cui 14 milioni in Italia, il social fotografico, che attrae principalmente un target compreso tra i 19 e i 24 anni, rappresenta in questo momento la vetrina numero uno per misurare la propria popolarità digitale. Abbiamo riunito in questa lista i 10 profili emergenti capaci di accumulare migliaia di like al giorno.

 

Kaia Gerber (@kaiagerber)

Kaia Gerber

Questione di genetica, direbbero gli invidiosi. Classe 2001, altezza 1,75, segni particolari: bellezza mozzafiato. Il padre è Rande Gerber, uomo d’affari impegnato nel ramo dei locali notturni e fondatore della Midnight Oil Company, la madre è invece Cindy Crawford, una delle top model più corteggiate degli anni ’90 da maison come Versace e Valentino. “Scoperta” lo scorso anno dallo stilista Marc Jacobs, che l’ha voluta come testimonial di alcune sue campagne pubblicitarie, Kaia è diventata protagonista delle passerelle femminili della scorsa primavera-estate, sfilando per marchi come Chanel, Moschino, Fendi e Prada. Numero di follower: 2,5 milioni.

 

Francesco Carrozzini (@francescocarrozzini)

Francesco Carrozzini

Nato e cresciuto a Milano, per Francesco, figlio della direttrice di Vogue Italia Franca Sozzani, la fotografia e la regia sono le grandi passioni da sempre. Nella sua carriera, avviata nel 2001 a soli 19 anni, ha immortalato personalità come Robert De Niro, Jeff Koons e Beyoncé. Recente protagonista delle cronache mondane per la love story con Bene Shaffer, figlia di della regina di Vogue America Anna Wintour, ha diretto il film documentario dedicato al genio creativo della madre, battezzato ’’Franca: chaos and creation” e presentato lo scorso anno al Festival di Venezia.

 

Giovanna Battaglia (@bat_gio)

Giovanna Battaglia

Fashion editor e stylist di fama mondiale, icona dallo stile eclettico. Definita dal New York Times “eroina della moda”, Giovanna Battaglia è il volto italiano dello stile. Quando si interessa al mondo della moda è molto giovane: prima la carriera da modella, poi a soli 16 anni diventa musa di Dolce&Gabbana. Il primo incarico di prestigio è come fashion editor di L’Uomo Vogue, poi arrivano Vogue China, Vogue Japan e Vogue Germany. Nei mesi scorsi Giovanna ha pubblicato anche il suo primo libro, edito da Rizzoli, che si prende gioco del fashion system e racconta con piglio divertente l’ascesa della sua carriera.

 

Gilda Ambrosio/Giorgia Tordini (@the_attico)

Gilda Ambrosio e Giorgia Tordini

Amicizia, creatività, forte determinazione. Questi, e molti altri, gli ingredienti che hanno portato le due designer italiane Gilda Ambrosio e Gioria Tordini, amiche in affari e nella vita, a co-fondare il brand Attico. Che sin dal suo lancio a febbraio 2016, ha attirato l’attenzione delle più importanti piattaforme di e-commerce quali Net-a-porter e Matchesfashion. Oggi Gilda e Giorgia, che si considerano molto diverse sul fronte caratteriale, raccontano con il loro giovane marchio l’idea di una seduzione boho-chic dallo stile vagamente orientale. Con un seguito di 110mila follower, la label si è aggiudicata il 28 novembre scorso il “Launch of the Year Award” in occasione dei Footwear News Achievement Awards 2017, cerimonia che premia i talenti più creativi del mondo della scarpa.

 

Ashley Graham (@theashleygraham)

Ashley Graham

Sono più di cinque milioni i seguaci della trentenne del Nebraska Ashley Graham, oggi modella curvy più famosa del mondo. E c’è una ragione molto semplice per cui ha catturato l’attenzione delle riviste di moda internazionali: il fatto di aver rimesso in discussione gli stereotipi estetici della donna perfetta. Impegno sociale, quello che la star porta avanti per convincere le sue coetanee ad accettarsi così come sono, che Graham sottolinea sia attraverso speech pubblici nei licei della sua città sia in diverse missioni umanitarie in Sud Africa per la Themba Foundation. A tutti i reticenti, Ashley ha risposto con il lancio della sua prima linea di costumi da bagno, “Swimsuits for all”, che nella sua pagina Instagram conta già 440 voti favorevoli.

 

Aurora Ramazzotti (@therealauroragram)

Aurora Ramazzotti

Già famosa prima ancora di nascere (il padre le dedicò la famosa canzone “L’Aurora”). Poi l’esordio nel palcoscenico televisivo come presentatrice della fascia daily del programma “X Factor”, dove pare si fosse candidata anche nel ruolo di concorrente. Aurora Ramazzotti, figlia del celebre cantante Eros e della conduttrice svizzera Michelle Hunziker, ha dimostrato sin da subito di saperci fare, complici i geni familiari e un innato senso di autoironia che piace tanto al suo milione di followers. A proposito delle sue performance televisive afferma: “Non mi piaccio il 99% delle volte; cerco di correggerlo ma non è facile”. Se lo dice lei…

 

Lucilla Bonaccorsi (@lucillabonaccorsi)

Lucilla Bonaccorsi

Scorre sangue siciliano e un’eleganza senza tempo nelle vene di Lucilla Bonaccorsi, figlia primogenita della stilista milanese Luisa Beccaria e dell’aristocratico Lucio Bonaccorsi di Reburdone, discendente di Lorenzo Borgia del Castelluccio. Dal 2006 la creativa è co-designer, insieme alla madre, della linea ready-to-wear del marchio Luisa Beccaria, indossato da star del calibro di Gwyneth Paltrow, Julia Roberts, Jennifer Lopez e Halle Berry.

 

Patricia Manfield (@patriciamanfield)

Patricia Manfield

Patricia Manfield nasce nel 1992 nei pressi di Mosca, vive per un certo periodo a Napoli, scegliendo infine Milano, dove decide di iscriversi all’Istituto Marangoni per studiare fashion business. Insieme al suo fidanzato, Giotto Calendoli, napoletano nell’anima ma londinese di adozione, crea poi il blog “The Atelier”, dove coniuga le sue vere passioni: la fotografia, i viaggi e naturalmente la moda. La prima volta che Patricia prova l’ebbrezza di una sfilata risale al 2012, quando un amico le regala l’invito per lo show di Roberto Cavalli. Da quel momento la consacrazione: i fotografi di streetstyle, e di conseguenza le più patinate riviste internazionali, iniziano ad apprezzare il suo stile semplice e decisamente cool. Prossimo obiettivo? Rubare la scena musicale con l’uscita del suo primo singolo. Stay tuned.

 

Kristina Bazan (@kristinabazan)

Kristina Bazan

Kristina Bazan non è più solo una semplice influencer. Almeno non da quando Dolce&Gabbana l’ha voluta come modella e musa durante lo show di settembre scorso che celebrava l’influenza esercitata dai Millennials come lei. Occhi verdi e sguardo deciso, la fashion blogger e socialite svizzera, che ha partecipato a Miss Svizzera arrivando seconda, è stata scelta anche da L’Oréal Paris come testimonial. Numero di seguaci: 2,3 milioni.

 

Acielle (@styledumonde)

Parola d’ordine streetstyle. Che la maestra della fotografia Acielle fa sembrare quasi divertente, tremendamente easy. Prima di aprire nel 2008 la sua pagina di street photography “Style du monde”, le cui immagini sono oggi praticamente onnipresenti su siti come Vogue.com e The New York Times, ha frequentato un corso in fotografia di moda e art direction alla Central Saint Martins di Londra. Nella sua agenda, 15 voli all’anno che la portano a catturare lo stile metropolitano in giro per il mondo in occasione delle fashion week di Milano, Parigi, Londra, New York, Tbilisi, Georgia e Kiev. Non solo moda però, perché Acielle, laurea in ingegneria informatica, ha lavorato in passato anche per una banca di investimenti londinese.

Share