Seguici su
Classifiche 27 febbraio, 2018 @ 12:38

Forbes Under 30, la carica dei 100 italiani

di Daniel Settembre

Staff writer, Forbes.it

Mi occupo dei ranking e del progetto Under 30.Leggi di più dell'autore
Giornalista di Blue Financial Communication, dove cura contenuti per i prodotti editoriali del gruppo Bluerating, Private e Forbes Italia. Con un passato alla redazione televisiva di Class CNBC, è cresciuto professionalmente scrivendo di finanza, asset management, fintech e consulenza finanziaria. Appassionato di cinema, noiosi romanzi classici e videogames, è anche consulente editoriale. chiudi

Matilde Gioli

Intraprendenti, visionari e startupper emergenti. Hanno meno di 30 anni e la stessa voglia di cambiare il mondo. Il primo progetto italiano di Forbes 100 Under 30, in edicola nel quinto numero del mensile, ha selezionato cinque ragazzi che si sono distinti in ognuna delle 20 categorie del proprio settore di competenza, come Music, Law & Policy, Retail&E-commerce, Art&Style, Venture Capital, Science, Energy, Education e Sport. Stampato in due differenti copertine a immortalare due testimonial dell’esclusiva cover story, nel numero di marzo troverete quindi una super classifica che occupa oltre 50 pagine: 100 italiani e 600 americani, tutti sotto i 30 anni, che si propongono di reinventare il futuro.

A conquistare le due distinte copertine dell’edizione speciale italiana sono stati l’attrice Matilde Gioli e l’imprenditore Paolo Rotelli. La prima, 28 anni, con il sogno di diventare medico e una laurea in filosofia, scoperta da Paolo Virzì ne Il capitale Umano, è destinata ora a un film da assoluta protagonista. Disincantata quanto basta, Matilde Lojacono in arte Gioli, ha una sua precisa visione del mondo che lascia il segno: “Penso in positivo in un mondo dove vorrei venissero dati ai giovani modelli di riferimento diversi dagli stereotipi dei fashion blogger”. Paolo Rotelli, 28enne figlio d’arte, è presidente e principale azionista del Gruppo Ospedaliero San Donato, il maggiore in Italia con 2 miliardi di fatturato, 18 istituti di cura e 16mila addetti.

L’età media dei 100 giovani è di circa 25 anni, con una netta prevalenza della componente maschile (circa il 75%) rispetto a quella femminile (25%). Il 38% ha fondato da zero un’impresa o una startup innovativa, mentre il 28%, cosiddetti webpreneur – imprenditori de web – è nato o ha costruito la propria attività su internet o attraverso i vari social network.

Come Salvatore Aranzulla, catanese classe 1990, che negli ultimi anni è diventato punto di riferimento per coloro che, giovani e anziani, hanno qualsiasi perplessità di tipo informatico. Il suo sito Aranzulla. it, fondato in maniera del tutto amatoriale nel 2002, è uno dei 30 siti più visitati in Italia e risponde a oltre 8.000 quesiti informatici, con una una media di 500mila visitatori al giorno. O Elia Bombardelli, classe 1988, docente che attraverso il suo canale YouTube raccoglie videolezioni di matematica, viste quotidianamente da migliaia di studenti (oltre 22 milioni di visualizzazioni complessive).

E dal web sono nate vere e proprie star come Sofia Viscardi, youtuber dall’età di 15 anni, ma presto diventata talmente popolare da riuscire a pubblicare due libri: il primo nel 2016, Succede, ha venduto più di 100 mila copie (l’omonimo film uscirà ad aprile), mentre il secondo, Abbastanza, è appena arrivato in libreria. La più giovane? Elisa Maino, solo 15 anni, ma già popolarissima webstar dell’app Musical.ly, a testimoniare che il successo oggi si presenta in forme e modi trasversali e mai sperimentati 
in passato.

C’è anche chi ha trovato fortuna all’estero come Rocco Basilico, entrato nel gruppo Luxottica come sales analyst presso la sede di Milano nel 2013, ma che ora guida lo sviluppo di Oliver Peoples, prestigioso marchio eyewear nato trent’anni fa nel cuore di West Hollywood, in California. O come Rocco e Christina Baldassarre, che sempre Oltreoceano, hanno fondato l’agenzia Zebra Advertisement, con sede a Miami, attiva nel settore del marketing e della pubblicità online.

Non poteva mancare la moda con i suoi protagonisti. Nicolò Beretta, fondatore di Giannico, che a soli 24 è già uno dei designer di scarpe più apprezzati a livello internazionale. Mariano Di Vaio, 29 anni, tra gli influencer maschili più conosciuti al mondo con il suo e-commerce e la sua linea di abbigliamento.

Anche la musica è ben rappresentata dal rapper Ghali, fresco come un tormentone estivo, ballabile, leggero e capace di parlare a milioni di ragazzi come lui e anche più giovani. Quando gli chiedono conto del suo successo lui, un ragazzo introverso diventato all’improvviso una star della musica internazionale, risponde timidamente che “se un tuo pezzo piace ai bambini, allora ce l’hai fatta”. Spicca anche la storia di Riki, a testimoniare l’ormai consolidato fenomeno dei talent show, come Amici di Maria De Filippi, sempre più fucina di giovani artisti.

Tra le celebrity, infine, volti noti al grande pubblico come Frank Matano, istrionico attore comico e conduttore del seguitissimo format televisivio Italia’s got talent; la conduttrice di Sky Sport 1, Diletta Leotta, popolarissima sui social network, e il dirompente Fabio Rovazzi. Senza dimenticare i campioni sportivi come la campionessa di scherma Bebe Vio, la snowboarder Michela Moioli, il golfista Matteo Manassero e il nuotatore Gregorio Paltrinieri.