In Silicon Valley, con 800mila dollari puoi comprare questa casa

Forbes.it
Share

La casa incriminata (o quel che ne resta).

Che in Silicon Valley sia in atto una bolla immobiliare è cosa nota da anni, tanto che ultimamente il dibattito si è spostato su quando la bolla esploderà (quest’anno? Il prossimo? Entro cinque anni?). I fatti del presente, intanto, dicono che i prezzi degli immobili nell’area della San Francisco Bay e della Valley hanno raggiunto livelli proibitivi: per fare un esempio Atherton, una piccola cittadina vicina a San Francisco, pochi mesi fa aveva soltanto 25 case in vendita sul popolare motore di ricerca per immobili Zillow; i loro prezzi variavano dai 2,8 ai 22,8 milioni di dollari (nel 2015, Forbes aveva individuato l’area di Atherton come la più costosa d’America).

La questione degli indicibili costi delle case nella Valley in queste ore è diventata anche una sorta di meme, grazie a un annuncio pubblicato su Facebook da un’agente immobiliare locale, Holly Barr, e inevitabilmente destinato a non rimanere inosservato. Nel post, Barr offre un appezzamento a San Jose, uno dei centri nevralgici della Silicon Valley, che però ha l’aspetto di una piccola rimessa diroccata e uscita malconcia da un incendio, con un angusto cortile quasi interamente coperto da erbacce e rifiuti. Il prezzo della proprietà specificato dall’annuncio? “Soltanto” 799mila dollari.

L’insolita richiesta economica dell’offerta ha attirato le ironie che si possono facilmente immaginare, ma anche riflessioni preoccupate: “Se una casa da 800mila dollari ha questo aspetto, quanti ne costerà una abitabile?”, si chiede il Washington Post parlando del caso, ormai suo malgrado molto popolare sui social network e diventato la rappresentazione plastica della bolla immobiliare californiana. Come ha fatto una baracca di dimensioni modeste ad arrivare a costare quasi 1 milione di dollari? Alcuni dei residenti di lungo corso di San Jose hanno ricordato di quando l’area era coltivata a frutteti, non spiegandosi il prezzo specificato dall’annuncio. L’apparentemente inarrestabile gentrificazione dell’area tuttavia rende tutto se non legittimo, almeno comprensibile: Holly Barr ha dichiarato di essersi attenuta ai prezzi di mercato in vigore nella zona.

Share