Seguici su
Leader 31 maggio, 2018 @ 6:45

Chi sono i 14 miliardari filantropi che hanno sposato la causa di Gates e Buffett

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
Forbes Italia è l'edizione italiana del magazine più famoso al mondo su classifiche, cultura economica, leadership imprenditoriale, innovazione e lifestyle. chiudi

Warren Buffett (a destra) con Bill e Melinda Gates.

di Deniz Cam , Forbes Staff

Svariati miliardi di dollari di ricchezza privata sono stati recentemente donati in beneficenza. Mercoledì, The Giving Pledge ha annunciato che altri 14 filantropi si sono uniti ai suoi ranghi nell’ultimo anno, impegnandosi a offrire più della metà della loro ricchezza in cause caritatevoli. I nuovi firmatari provengono dal Canada, dall’India, dagli Emirati Arabi Uniti e dagli Stati Uniti. Ad oggi, 183 persone provenienti da 22 Paesi hanno firmato l’impegno.

Bill e Melinda Gates e Warren Buffett hanno fondato The Giving Pledge nel 2010 con 40 filantropi americani. Da allora, i loro sforzi sono cresciuti rapidamente. “Negli ultimi otto anni, siamo stati ispirati dai filantropi che hanno scelto di aderire a The Giving Pledge, e il gruppo di quest’anno non fa eccezione. Sono entusiasti di usare la loro ricchezza per aiutare a ridurre le ingiustizie e migliorare la vita di tutti nel mondo”, ha detto Buffett in una dichiarazione.

Buffett, la quarta persona più ricca del mondo, ha un patrimonio pari a 92,7 miliardi di dollari, secondo le stime di Forbes. Ha già donato quasi 32 miliardi di dollari in beneficenza. Il suo cofondatore Bill Gates è altrettanto magnanimo. Gates, la cui ricchezza è stimata in 92,8 miliardi di dollari, ha donato più di 35 miliardi di dollari. È la seconda persona più ricca del pianeta, dietro solamente al fondatore di Amazon Jeff Bezos, che ha un patrimonio di circa 133,9 miliardi di dollari.

L’elenco di quest’anno dei nuovi finanziatori comprende il co-fondatore di Workday, Aneel Bhusri, il finanziere David Booth, il cofondatore di Uber Garrett Camp e il co-fondatore della DISH Network, Charlie Ergen. I loro background spaziano dal settore della finanza al retail, dall’assistenza sanitaria alla tecnologia e al venture capital. Gli interessi filantropici del gruppo sono anche diversi e comprendono istruzione, lotta alla povertà, ricerca medica e sanitaria, sviluppo economico, imprenditorialità e governance.

Di seguito i profili dei 14 nuovi membri di The Giving Pledge:

Aneel Bhusri, presidente, co-fondatore e co-ceo di Workday Inc.

Aneel e Allison Bhusri, Stati Uniti
Aneel Bhusri è il co-fondatore della società di software aziendale Workday e ne è ceo dal 2014. Sua moglie, Allison Thoreson Bhusri, è socio fondatore di un fondo di venture capital chiamato Lemonade Capital. Le classifiche in tempo reale di Forbes Billionaires dicono che il patrimonio netto di Aneel Bhusri è di 1,8 miliardi di dollari.

David G. Booth, Stati Uniti
Booth è il presidente esecutivo di Dimensional Fund Advisors, che gestisce oltre 570 miliardi di dollari. La University of Chicago Booth School of Business è stata nominata in suo onore dopo che ha donato 300 milioni di dollari all’università nel 2008, il più grande contributo della sua storia.

Charles Butt, Stati Uniti
Charles Butt è il presidente e amministratore delegato della catena alimentare fondata dalla nonna H-E-B. Dal 1933, H-E-B ha donato il 5% dei profitti ante-imposte in beneficenza. “Credo che un’educazione di qualità per ogni bambino dovrebbe essere un obiettivo nazionale preminente”, ha scritto nella sua lettera a The Giving Pledge.

Garrett Camp, Canada
Garrett Camp, 39 anni, è co-fondatore e presidente di Uber. “Ho trascorso 15 anni concentrandomi principalmente sulle startup, e anche se ho ancora la passione di creare prodotti utili, ho anche capito che non devo aspettare per cominciare a restituire”, ha scritto Camp nella sua lettera a Giving Pledge.

Candy e Charlie Ergen, Stati Uniti
Charlie Ergen è il co-fondatore e presidente del provider di TV satellitare DISH Network e della società di comunicazioni satellitari EchoStar. Ha iniziato la sua attività nel 1980 vendendo antenne satellitari al di fuori di Denver, in Colorado, dal retro di un camion. Ergen ha una quota del 48% in DISH, che si è quotata nel 1996.

Mario e Regina Gabelli, Stati Uniti
Mario Gabelli è il fondatore, amministratore delegato e presidente del fondo comune di investimenti e società di investimento GAMCO, dove sua moglie lavora come direttore del marketing istituzionale. La loro fondazione familiare è stata attiva nella promozione dell’istruzione per oltre 30 anni. Forbes stima il patrimonio netto di Mario Gabelli a 1,7 miliardi di dollari.

Orion e Jackie Hindawi, Stati Uniti
Orion Hindawi e suo padre fondarono la società di sicurezza e di gestione dei sistemi Tanium nel 2007. “Non siamo affatto esperti nel campo delle donazioni, ma siamo fortunati ad avere i mezzi per donare quando ancora siamo giovani, e non vediamo l’ora di donare la maggior parte della nostra ricchezza nel corso della nostra vita”, ha scritto insieme a sua moglie Jackie Hindawi.

Reid Hoffman, ex fondatore e ceo di LinkedIn

Reid Hoffman e Michelle Yee, Stati Uniti
Nel 2003 Reid Hoffman ha fondato il social network LinkedIn, che ha venduto a Microsoft per 26 miliardi di dollari in contanti nel 2016. Sua moglie Michelle Yee, che ha incontrato all’università, ha conseguito un dottorato in educazione presso l’Università di San Francisco. Forbes stima la fortuna di Hoffman a 3,3 miliardi di dollari.

Badr Jafar e Razan Al Mubarak, Emirati Arabi Uniti
Badr Jafar è ceo del conglomerato Crescent Enterprises che ha sede negli Emirati Arabi Uniti. Nel 2010, ha fondato la Pearl Initiative, che collabora con l’Office for Partnerships delle Nazioni Unite per promuovere una cultura aziendale di trasparenza e responsabilità nella regione del Golfo del Medio Oriente. È membro del gruppo di esperti ad alto livello del Segretario generale dell’Onu sul finanziamento umanitario.

Richard e Melanie Lundquist, Stati Uniti
Richard e Melanie Lundquist sono co-proprietari di Continental Development Corp., una società di sviluppo commerciale con sede nel sud della California. Sono co-fondatori della Partnership for Los Angeles Schools, un’organizzazione senza scopo di lucro con focus sulla trasformazione delle scuole pubbliche primarie e secondarie. “I soli dollari pubblici non possono più sostenere la nostra società”, hanno scritto nella loro lettera d’impegno.

Rohini e Nandan Nilekani, India
Il magnate della tecnologia Nandan Nilekani è diventato il fondatore dell’informatica IT Infosys nel 1981. Ha lasciato la società nel 2009 ed è stato richiamato nel 2017 dopo la partenza improvvisa del ceo. Sua moglie, Rohini, è la fondatrice di Arghyam, una fondazione che cerca di portare acqua e servizi igienico-sanitari sostenibili in tutti gli angoli dell’India.

Ernest ed Evelyn Rady, Stati Uniti
L’investitore canadese Ernest Rady ha creato nel 1996 il fondo immobiliare American Assets Trust. È presidente e amministratore delegato del trust, ed è anche presidente della Insurance Company of the West. Ha donato 30 milioni di dollari all’università della California di San Diego nel 2003.

Dr. B.R. Shetty e Dr. C.R. Shetty, Emirati Arabi Uniti
B.R. Shetty fondò la NMC Health negli Stati Uniti nel 1974, due anni dopo essere emigrato ad Abu Dhabi dal Kerala, in India. “È un crimine quando sei in grado di aiutare gli altri e scegli di non farlo”, ha scritto nella sua lettera. Shetty, la cui ricchezza è stimata a 4,2 miliardi di dollari, ha investito 1,8 miliardi di dollari nello stato indiano di Andhra Pradesh per progetti nel settore sanitario, ospedaliero e dell’istruzione.

Shamsheer e Shabeena Vayalil, Emirati Arabi Uniti e India
Il Dr. Shamsheer Vayalil è il fondatore e amministratore delegato di VPS Healthcare, che ha sede negli Emirati Arabi Uniti e che ha creato nel 2007. Ha fatto crescere il gruppo partendo da una singola sede agli attuali 22 ospedali e oltre 125 centri medici in quattro Paesi.