Seguici su
Life 28 Giugno, 2018 @ 8:15

Quanto costa e cosa offre il centro benessere scelto da Silvio Berlusconi e Maria Elena Boschi

di Roberta Maddalena

Staff writer, Forbes.it

Scrivo di moda e tutto ciò che le gravita attorno.Leggi di più dell'autore
chiudi

 

Silvio Berlusconi, sullo sfondo Maria Elena Boschi

Una strana coppia, non c’è che dire. Perché l’ultima cosa che ci saremmo aspettati era che il leader di Forza Italia e l’ex sottosegretaria alla presidenza del Consiglio potessero soggiornare insieme in una struttura specializzata in terapie anti-age (e detox da circa 4mila euro a settimana). Stiamo parlando di Silvio Berlusconi e Maria Elena Boschi, avvistati “insieme” all’Espace Henri Chenot di Merano, centro di lusso che si trova all’interno del cinque stelle Hotel Palace con tanto di vista sulle Dolomiti.

Gli interni dell’Hotel Palace di Merano.

Un posto ideale per ritrovare a 360 gradi il benessere psico-fisico, che nel corso degli anni ha riscosso grande successo grazie alla presenza fissa di star, politici e sportivi sia per il suo intenso programma di “cure” contro problemi come il sovrappeso, lo stress, l’invecchiamento o anche solo a scopo preventivo, sia per un altro fattore chiave: la riservatezza del suo staff. Basti pensare che lo stesso Cavaliere è da tempo un habitué del centro (per la Boschi si tratta invece della prima visita), avendovi soggiornato anche lo scorso settembre in vista delle campagna elettorale per le politiche del 4 marzo.

Anche se non è possibile conoscere a quali trattamenti specifici si stiano sottoponendo i due prestigiosi ospiti, è invece più semplice conoscere come avere accesso alla struttura di Merano.

Uno degli spazi dell’Espace Henri Chenot di Merano.

 

Nell’offerta dellEspace Henri Chenot di Merano ci sono trattamenti settimanali che vanno dai 75 ai 4mila euro, secondo i listini per il 2018 pubblicati sul sito della struttura.

Come la cura Detox, che prevede un programma da 3.500 euro (e un extra di 290 euro per la visita medica obbligatoria) con esami quali il check up bioenergetico, un ciclo di sei massaggi energetici, diete detossinanti e consulenza dietetica, il programma Spa e benessere da 2.750 mila euro (con un extra di 105 euro per la visita medica) oppure quello Salute e dietetica che comprende analisi biologica, osteopatia da 130 euro e terapia rivitalizzante di vitamine (da 85 o 125 euro). E poi persino un ricco programma di fitness, spalmato su un totale di sei giorni, che al costo di 600 euro prevede lezioni individuali con un personal trainer o corsi di gruppo come pilates e acquagym.

Il Palace visto dalla piscina dell’hotel.

La struttura propone anche menù specifici, parte integrante dell’apposita Dieta Chenot, prodotti cosmeceutici creati ad hoc da un team di esperti di cosmetica e tecnologia cutanea e la linea di tisane naturali Chenot Diététique. Il tutto rigorosamente in linea con il Metodo Chenot, sviluppato dal fondatore e frutto di 45 anni di esperienza (tanti quanti quelli del gruppo), che associa i principi tradizionali della medicina cinese alle ultime scoperte scientifiche della medicina occidentale e delle scienze correlate.

Un lungo passato di ricerca, quello di Chenot (oggi il gruppo è presente in più di 10 Paesi con clienti in Italia, Turchia, Montenegro e Azerbaijan), che all’inizio degli anni Settanta creò il primo di una serie di laboratori di fitocosmetica e fitoterapia, dove mettere a punto nuove tecniche di talassoterapia, e nel 1999 creò la Biontologia, una nuova disciplina volta allo studio degli effetti del processo di invecchiamento psico-fisico. Intanto, il prossimo obiettivo del gruppo è quello di aprire nuovi centri, portando la filosofia del benessere anche in Spagna, Svizzera e Montenegro. E perché no, se è vero che “mens sana in corpore sano”, magari questo trend potrà fare bene anche agli esponenti dei nostri partiti politici.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!