L’epic fail del sondaggio anti-casta del Movimento 5 Stelle

Forbes.it
Share

Il sondaggio incriminato, ora rimosso.

Non tutte le ciambelle riescono col buco: figuriamoci i sondaggi. Nel tentativo di sostenere l’impegno del presidente della Camera Roberto Fico a tagliare i vitalizi degli ex parlamentari (qui avevamo scritto del perché l’idea ha un suo senso al di là dell’aspetto simbolico, peraltro), il partito di Davide Casaleggio oggi ha pubblicato sulla sua pagina Facebook un sondaggio: “Noi pensiamo che i vitalizi siano un privilegio indecente e Roberto Fico si sta impegnando per eliminarli”, recitava il post. “La casta non è d’accordo e addirittura vorrebbe denunciarlo per questo”.

A questo punto – come spesso accade nella comunicazione online pentastellata – il sondaggio si chiudeva con una call to action tutta in maiuscolo, “VOI DA CHE PARTE STATE?”, e recava due possibili opzioni: da una parte “La casta” (sì, proprio così) e i volti di Bertinotti, D’Alema, Cirino Pomicino e De Mita, dall’altra un primo piano del presidente Fico.

Contrariamente a quel che ci si sarebbe potuti aspettare, dopo un avvio incoraggiante per la terza carica dello Stato, “La casta” aveva preso il sopravvento (come dimostrano gli screenshot seguenti, raccolti da Forbes) e il Movimento 5 stelle è stato costretto a cancellare il post da Facebook. Eppure la rete non dimentica, come si dice in questi casi, e sono già iniziate le ironie rituali per il sorprendente risultato che fino a poco fa premiava la vecchia politica.

Share