Seguici su
Leader 9 Agosto, 2018 @ 2:56

Cosa farà illimity, la nuova banca di Corrado Passera

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi

Corrado Passera.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Ieri l’assemblea dei soci di Spaxs ha dato il via libera alla business combination tra Spaxs e Banca Interprovinciale. Da questa combinazione nascerà illimity Bank, la nuova banca specializzata nel mercato delle PMI italiane guidata da Corrado Passera nel ruolo di amministratore delegato, che sarà caratterizzata da un modello di business presentato come innovativo e ad alto tasso tecnologico.

A poche ore di distanza dall’ok dei soci di Spaxs sul sito della Spac (acronimo di Special Purpose Acquisition Company) sono apparsi ulteriori dettagli sull’attività del nuovo istituto di credito.

illimity si focalizzerà su tre specifici segmenti del mercato bancario italiano considerati poco serviti: offrirà innanzitutto credito alle Pmi ad alto potenziale ma con una struttura finanziaria non ottimale e/o con rating basso o senza rating, incluso il segmento delle Pmi non-performing (Unlikely-To-Pay); punterà allo stesso tempo a diventare un operatore leader nel settore dei corporate Npl, unsecured e secured; e offrirà infine servizi di banca diretta a famiglie e imprese. “Le diverse divisioni” – si legge – “opereranno in modo complementare ma integrato grazie ad una piattaforma tecnologica di ultimissima generazione che permetterà di arricchire le competenze delle persone con la potenza dell’informazione e l’efficienza dei processi”.

Passera ha spiegato così la scelta del nome della banca: “Partiamo senza legacy e con un chiaro impegno: cercare sempre soluzioni ai problemi dei nostri clienti anche superando quei vincoli e quelle abitudini che talvolta limitano l’accesso al credito ad imprese che pure hanno potenziale di crescita o di risanamento. Abbiamo la convinzione di dover andare oltre i limiti imposti dai modelli di business degli istituti tradizionali. Ma abbiamo anche immaginato di creare una banca capace di aiutare le piccole e medie imprese a superare i limiti che impediscono la piena espressione del loro potenziale o addirittura ne ostacolano il rilancio”.

Oltre a Corrado Passera, del management team fanno parte anche Andrea Clamer, che si occuperà della Divisione NPL, Enrico Fagioli Marzocchi, a capo della divisione SME, Francesco Mele, con il ruolo di Cfo, Carlo Panella, che seguirà l’attività della banca diretta. A fine luglio alla presentazione del piano strategico della banca era stata annunciata la previsione per il 2023 di un utile netto di 300 milioni di euro e un Roe di circa il 25 per cento.