Seguici su
Leader 28 Agosto, 2018 @ 12:00

Chi è il nuovo partner miliardario di Warren Buffett

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi
La Berkshire Hathaway di Warren Buffett investirà tra i 314 milioni di dollari e i 357 milioni di dollari in One97 Communications

di Linh Nguyen per Forbes.com

L’investitore miliardario Warren Buffett potrebbe presto avere il suo primo socio in affari in India. La sua società, Berkshire Hathaway, investirà tra i 314 milioni di dollari e i 357 milioni di dollari (circa 22-25 miliardi di rupie) per una quota del 3% -4% in One97 Communications, la società madre di Paytm, una società di pagamenti digitali.

Secondo il quotidiano indiano Mint, che per primo ha riportato la notizia, l’accordo valorizzerebbe One97 dai 10 miliardi ai 12 miliardi di dollari. L’azienda ha recentemente raccolto fondi per 7 miliardi di dollari nel 2017, a seguito di un investimento da parte del colosso giapponese SoftBank. Il più giovane miliardario indiano, Vijay Shekhar Sharma, possiede il 16% di One97. Forbes stima il suo patrimonio netto a 1,7 miliardi di dollari, in base a una valutazione precedente. Berkshire Hathaway e Paytm non hanno risposto alle richieste di commento.

Sharma, 40 anni, ha cofondato One97 Communications nel 2001, poi ha lanciato Paytm nove anni dopo. Paytm, specializzata in pagamenti mobili, ha 250 milioni di utenti registrati e gestisce 7 milioni di transazioni al giorno. Gestisce anche il sito di e-commerce Paytm Mall e Paytm Payments Bank, la prima banca mobile indiana.

Figlio di un’insegnante, Sharma è cresciuta in una piccola città nel nord dell’India e ha finito la scuola all’età di 14 anni. Non poteva frequentare il college fino all’anno successivo, perché era troppo giovane per sostenere l’esame di ammissione. Ha realizzato il suo primo portale web, Indiasite.net, presso l’Università tecnologica di Delhi e l’ha venduto per 1 milione di dollari dopo la laurea.

Sharma ha creato Paytm all’inizio come portafoglio mobile, ma presto lo ha trasformato in una grande piattaforma utilizzata per acquisti di generi alimentari, prenotazioni di voli e pagamenti di bollette. L’attività è cresciuta ancora di più nel 2016, dopo che il primo ministro indiano, Narendra Modi, ha annunciato la svalutazione dell’86% della valuta cartacea del paese. Paytm ha presentato una campagna pubblicitaria importante per capitalizzare la notizia e ha anche implementato l’app in 11 lingue per espandersi nelle aree rurali. In 10 giorni dal lancio, il numero di transazioni giornaliere sulla piattaforma era raddoppiato.

Sharma ha debuttato tra i miliardari del mondo nel 2017, all’età di 38 anni. “Il 2017 sarà nostro! Come potrebbe non esserlo?”, aveva detto ai dipendenti di Paytm a una festa nel gennaio di quell’anno. Sembra che anche il 2018 abbia portato fortuna.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!