Seguici su
Classifiche 11 ottobre, 2018 @ 10:36

Alphabet è ancora l’azienda migliore al mondo dove lavorare. In Italia domina Ferrari

di Daniel Settembre

Staff writer, Forbes.it

Mi occupo dei ranking e del progetto Under 30.Leggi di più dell'autore
Giornalista di Blue Financial Communication, dove cura contenuti per i prodotti editoriali del gruppo Bluerating, Private e Forbes Italia. Con un passato alla redazione televisiva di Class CNBC, è cresciuto professionalmente scrivendo di finanza, asset management, fintech e consulenza finanziaria. Appassionato di cinema, noiosi romanzi classici e videogames, è anche consulente editoriale. chiudi
Quartier generale di Alphabet (Google)
Uno degli edifici del quartier generale di Google a Mountain View, in California. (Getty Images

Per il secondo anno consecutivo Alphabet, la casa madre di Google, è al primo posto nella classifica dei migliori posti di lavoro nel mondo stilata da Forbes. La società di Mountain View è stata l’unica a ricevere un punteggio pieno. Oltre 430.000 raccomandazioni a livello globale sono state analizzate da Statista per definire la lista dei migliori aziende quotate in cui lavorare. Ai dipendenti è stato chiesto di valutare il proprio datore di lavoro e la probabilità che raccomandassero la società a un amico o a un familiare.

In Italia a dominare è Ferrari (36° nel mondo) che ha beneficiato della sua fama in Formula 1. L’anno scorso la società di Maranello ha incrementato le entrate di oltre 100 milioni di dollari grazie all’aumento del ricavato da sponsorizzazione di F1 e al noleggio di motori ad altri team di F1. Ferrari è addirittura terza al mondo nella classifica Forbes delle aziende con la più alta reputazione.

Le altre italiane presenti nella lista – 11 in tutto – sono Luxottica (72°), Enel (101°), Banco Bpm (175°), Banca Popolare di Sondrio (219°), Poste Italiane (269°), UniCredit (376°), Terna (382°), Generali (421°), FinecoBank (435°) e Leonardo (453°).

In generale, le aziende in cima alla lista sono tra le più grandi al mondo. Alphabet, con oltre 80.000 dipendenti, ha registrato vendite per 117,9 miliardi di dollari, profitti per 16,6 miliardi di dollari e un valore di mercato di 766,3 miliardi di dollari nell’ultimo anno. Microsoft è ancora una volta al secondo posto. Con 124.000 dipendenti, la società tecnologica ha registrato vendite per 103,3 miliardi di dollari, profitti per 14,2 miliardi e un valore di mercato di 750,6 miliardi nell’ultimo anno.

Le società Usa occupano ben sei posizioni nella top ten: Apple (3°), Walt Disney (4°), Amazon (5°) e Celgene Corporation (9°). Ma in totale le società statunitensi dominano l’intera classifica: tra i primi 500 datori di lavoro, 185 sono a stelle e strisce. “Solo” 80 aziende provengono da Cina e Hong Kong. Tra le prime dieci anche due tedesche: la società automobilistica Daimler AG (7°) e la BMW (10°). Come al solito, il settore bancario è il più rappresentato nella classifica, con la thailandese Kasikornbank che si è classificata ottava, la posizione più alta per un istituto finanziario.

Vuoi ricevere le classifiche di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!