Seguici su
Style 15 novembre, 2018 @ 11:30

Arriva a Milano il Carré Club firmato Hèrmes

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
Forbes Italia è l'edizione italiana del magazine più famoso al mondo su classifiche, cultura economica, leadership imprenditoriale, innovazione e lifestyle. chiudi
gli interni del carrè club
Il Carré Club di Hèrmes (Courtesy Hèrmes)

di Alessia Bellan

Dopo il lancio a New York a settembre, seguito dalle tappe di Toronto, Singapore e Los Angeles, l’esclusivo Carré Club firmato Hermès approda per la prima volta in Europa, a Milano, dal 23 al 25 novembre. Si tratta di un club itinerante e interattivo, aperto al pubblico, uno spazio dove partecipare alla creatività del brand, dedicato ai visitatori aperti a esperienze luxury.

Ideato da Bali Barret, direttore artistico delle collezioni donna Hermès, questo luogo esclusivo invita a superare i confini del classico carré della Maison francese per un’esperienza coinvolgente alla scoperta della cultura che ha ispirato una moda senza tempo, in un insieme armonioso di arte e artigianalità, creatività. Il club, che si articola tra stanze che ricordano un laboratorio d’artista e salette privé, diventa così punto d’incontro e  di coinvolgimento collettivo, attraverso un omaggio globale al celebre carré di seta, declinato in tutte le sue forme.

Gli interni del Carré Club
Il Carré Club di Hermes (Courtesy Hèrmes)

L’esperienza milanese sarà un percorso esplorativo e interattivo che si snoderà attraverso diverse esperienze. Ci si registra al Check and Click, e si riceve la tessera. In posa per un ritratto ufficiale, inizia l’esperienza nel Carré-OK, salotto ludico con una piccola sala di registrazione rivestita di seta colorata, che diventa uno spazio karaoke dove cantare a ritmo di brani abbinati ai carré; per proseguire nella Carré Stories, la girl-room dove ascoltare le voci dei tanti modi in cui si declina il carré. Nella camera di una giovane fan della seta, si potranno origliare messaggi registrati. Dai segreti agli aneddoti, dalle verità alle finzioni, ogni voce ricorda che i carré sono custodi di memorie e storie.

Il Carré Club di Hèrmes (Courtesy Hèrmes)

Una sosta al Carré Café per un insolito break a tema e si passa al Carré Studio, centro artistico del Club, un autentico atelier dove designer e artisti lavorano alla loro opera, in tempo reale, e i visitatori interagire con loro. Potranno partecipare al lavoro di Gianpaolo Pagni, esperto nella creazione di timbri personalizzati, che per l’occasione stamperà nuove illustrazioni direttamente sui carré di seta. Potranno essere i soggetti del lavoro di Cyrille Diatkine, partecipando al suo Sketchomaton, una sessione rapida di ritrattistica. Alice Shirley, che ha un talento istintivo nell’interpretazione realistica di animali, condividerà il suo processo creativo. Liz Stirling darà vita a piccoli oggetti utilizzando ritagli di seta. Ugo Gattoni e Jean-Simon Roch creeranno e animeranno una serie di disegni che hanno come protagonista Mino, personaggio ricorrente nelle loro opere. Infine, lo stile inconfondibile dell’artista francese Pierre-Marie porterà la sua energia pulsante in questo atelier di artisti.

uno dei pezzi della capsule collection
Uno dei “pezzi” della Capsule collection Hermès al Carré Club di Milano

Durante il percorso che conduce al Carré Studio si potrà anche lasciare il proprio segno dando il nome a uno dei 75mila colori pubblicati sulle pareti del corridoio: tante sono le sfumature utilizzate da Hermès dal 1937, anno di nascita del primo carré della maison.
In questo gift-shop si potrà acquistare la capsule collection Hermès Carré Club, con foulard in edizione limitata, solo per i soci del Club. Perché la bellezza non ha misure, ma una sola forma, il carré.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!