Seguici su
Style 14 dicembre, 2018 @ 8:44

Fashion Buzz: cosa ha fatto tendenza nell’ultima settimana

di Roberta Maddalena

Staff writer, Forbes.it

Scrivo di moda e tutto ciò che le gravita attorno.Leggi di più dell'autore
Nata in Sicilia, si trasferisce a Milano per studiare giurisprudenza ma soprattutto per inseguire la sua più grande passione: la scrittura. In precedenza ha collaborato con il quotidiano di Class editori MFFashion occupandosi di moda e finanza. Appassionata di romanzi gialli, musica jazz e cinema. chiudi
Dalla pagina web del Textilmuseet svedese

Riconoscimenti al Made in Italy, mostre speciali, progetti benefici e analisi di settore: la rubrica settimanale degli eventi più interessanti del mondo della moda.

Il Made in Italy trionfa a Londra
La nuova edizione dei British Fashion Awards si è rivelata un vero successo per i nomi della moda italiana. L’appuntamento organizzato dal British Fashion Council nella capitale inglese, che premia ogni anno le personalità più innovative del settore, ha visto trionfare in casa Gucci il CEO Marco Bizzarri, che ha ricevuto per la terza volta consecutiva il premio Business Leader, e il direttore creativo Alessandro Michele, che ha ritirato il riconoscimento Brand of the Year. Premiati anche Miuccia Prada, che ha ottenuto l’Outstanding Achievement Award per la sua abilità nel fare incontrare discipline creative come la moda, l’arte e il cinema, e Pierpaolo Piccioli, creative director di Valentino, nominato Designer of The Year come stilista più influente a livello internazionale. Durante la serata sono stati consegnati quindici premi, dieci dei quali votati da un panel di 2mila opinion leader.

Miuccia Prada, Uma Thurman e Patrizio Bertelli (Courtesy of Prada)

Moschino sfila per la prima volta a Roma
La data da segnare in calendario è quella dell’8 gennaio, che coincide con il primo giorno della kermesse fiorentina di Pitti Immagine. L’happening dell’anno è la prima sfilata del brand Moschino a Roma, protagonista la nuova collezione uomo e la pre-collezione donna autunno-inverno 2019/2020. Un evento speciale per diversi motivi: intanto, si svolgerà a Cinecittà, e poi perché sarà un omaggio al grande Federico Fellini e ai suoi film più noti come La Dolce Vita e Satyricon, girati proprio negli studi della città eterna.

La moda fa sistema contro il cambiamento climatico
Retailer, brand di lusso, colossi dell’activewear: sono stati tantissimi i brand di moda, che in occasione del summit Onu sui cambiamenti climatici tenutosi a Katowice (Polonia), hanno firmato il Fashion Industry Charter for Climate Action, atto costitutivo che punta a diminuire l’impatto della filiera sull’ambiente. Tra i firmatari della carta, che mira a ridurre le emissioni di gas del 30% entro il 2030, anche Stella McCartney, veterana della politica green, Adidas, Burberry, Inditex,  Kering, PVH e il gruppo H&M.

La Svezia rende omaggio a Balenciaga
Di Cristobal Balenciaga, maestro della haute couture e fondatore della maison che prende il suo nome, si sa che, oltre al fatto di essere considerato precursore dell’alta moda tra gli anni Cinquanta e Sessanta, si era guadagnato la stima (e ammirazione) di Christian Dior e Hubert de Givenchy. Quest’anno, due musei internazionali hanno deciso di rendere omaggio allo stilista, dedicandogli prima una mostra al Victor and Albert Museum di Londra, poi un’altra exhibition ad hoc al Textilmuseet di Boras, in Svezia, che documenterà fino al 21 aprile 2019 il lavoro in atelier del creativo spagnolo.

Bulgari si allea con Save The Children
Tutti abbiamo delle persone che ci hanno aiutato a crescere e raggiungere dei risultati. Persone con una storia da raccontare, come quelle che hanno condiviso la loro gratitudine per la vita nella campagna di Bulgari #madereal (tra i volti noti anche Lily Aldridge ed Eva Green). Il progetto racconta le storie di cinque giovani provenienti da Paesi diversi che hanno beneficiato del sodalizio tra Bulgari e Save The Children, organizzazione alla quale la maison di LVMH è legata dal 2009. “Nove anni fa, abbiamo intrapreso una partnership con Save the Children grazie a un sogno audace: costruire un futuro migliore per milioni di bambini attraverso il potere dell’istruzione,” ha detto il Ceo di Bulgari, Jean-Christophe Babin. “Quasi un decennio dopo quella visione, siamo orgogliosi del sogno che abbiamo avuto e dell’impegno che abbiamo dimostrato”.

La top model Lily Aldridge (Courtesy of Bulgari)

Roger Vivier e il fashion film con Catherine Deneuve
La casa di moda Roger Vivier ha deciso di celebrare le sue iconiche scarpe natalizie Très Vivier con un corto diretto da Gherardo Felloni, stilista dell’etichetta parigina. Interprete d’eccezione la famosa Catherine Deneuve, che le aveva indossate nella pellicola di Luis Buñuel, Belle de jour. Il fashion film, diretto da Michael Haussman, si ispira al componimento Duetto buffo di due gatti di Rossini e vede due scatenate sorelle litigare per aggiudicarsi le preziose scarpette portate in regalo dalla madre (la francese Deneuve).

Dal profilo Instagram di Roger Vivier

Il futuro della moda è online
Sono sempre di più i clienti che scelgono di acquistare vestiti e calzature online. Almeno stando a una ricerca di Forrester, aziende di consulenza quotata al Nasdaq, secondo cui le vendite della moda online a livello globale raggiungeranno quota 765 miliardi di dollari nel 2022, rappresentando il 36% delle vendite totali. Dal punto di vista geografico, se al primo posto si colloca il Regno Unito con il maggior numero di ordini in rete, l’Italia rappresenta ancora un mercato emergente. Uno studio che si riflette nelle parole del Ceo dell’e-commerce londinese Farfetch, José Neves, che in un’intervista con il media brand americano Fast Company ha sottolineato come a fare la differenza in tema di shopping siano soprattutto tre fattori: storytelling, personalizzazione (altrimenti noto come made-to-order) e il concetto di experience.

 

 

Rimowa pubblica il suo primo libro
Compleanni di oltre un secolo sono eventi da ricordare. Per questo il brand di valigeria ha deciso di pubblicare il suo primo libro, edito da Assouline. ll volume, che sarà l’occasione per continuare a celebrare il suo 120esimo anniversario, racconterà l’heritage del marchio di LVMH, al momento in una fase di rilancio grazie a collaborazioni creative con griffe come Fendi, Supreme e Off-White.

La modella e attivista Adwoa Aboah (Dal sito web Rimowa)

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!