Seguici su
Business 15 febbraio, 2019 @ 10:20

JP Morgan, arriva la prima moneta digitale bancaria

di Roberta Maddalena

Staff writer, Forbes.it

Scrivo di moda e tutto ciò che le gravita attorno.Leggi di più dell'autore
Nata in Sicilia, si trasferisce a Milano per studiare giurisprudenza ma soprattutto per inseguire la sua più grande passione: la scrittura. In precedenza ha collaborato con il quotidiano di Class editori MFFashion occupandosi di moda e finanza. Appassionata di romanzi gialli, musica jazz e cinema. chiudi
Getty Images

JP Morgan Chase, prima grande banca statunitense, si prepara a lanciare la sua cryptovaluta. Basata su tecnologia blockchain, che promette di velocizzare una serie di scambi attualmente veicolati dai bonifici bancari tradizionali. La nuova moneta digitale sarà legata al dollaro statunitense e si chiamerà JPM Coin.

A parlarne è stato Umar Farooq, responsabile per il ramo blockchain di Jp Morgan, che in un’intervista alla Cnbc ha spiegato come, dopo i primi test che verranno effettuati nei prossimi mesi, lo strumento potrà essere usato dai grandi clienti istituzionali come veicolo alternativo per i pagamenti. Quello che distingue il token bancario è che, rispetto alle cryptovalute tradizionali, è convertibile con il dollaro in un rapporto costante 1 a 1. Sarà quindi un cosiddetto stable coin, in altre parole, rispetto al biglietto verde il suo valore è stabile nel tempo. Il cliente dovrà solo convertire parte dei suoi dollari presso la banca e chi riceverà il pagamento vedrà convertiti i JPMcoin in moneta tradizionale.

Farooq ha spiegato inoltre che, per il momento, le applicazioni previste sono tre: i pagamenti internazionali, dal momento che il denaro potrà essere inviato istantaneamente fra istituzioni finanziarie evitando l’attesa necessaria per la consegna di un bonifico, la compravendita di titoli finanziari, e infine la ricollocazione dei depositi delle grandi società e delle relative sussidiarie sparse per il mondo. Qualcosa, o forse tutto, sta proprio cambiando tra i colossi del credito Usa. Basti pensare che la tecnologia sviluppata da Jp Morgan arriva a distanza di circa un anno dalla posizione del Ceo Jamie Dimon, allora fermamente contraria al bitcoin.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!