Seguici su
Speciale Best Destination 2019 10 Aprile, 2019 @ 2:40

Dolomiti da record: tutto quello che c’è da provare per rendere la vacanza speciale

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi
Bikers sullo spettacolare osservatorio del Cermis, in Val di Fiemme. (Fototeca Trentino Sviluppo / Ronny Kiaulehn).

Articolo tratto dallo speciale Forbes Travel del numero di aprile 2019 di Forbes Italia. Abbonati.
Di Mariella Grossi

Perché il Trentino è la best destination primavera-estate 2019? Forbes ha sintetizzato in sette punti i record di un territorio imbattibile per ospitalità e natura.

1. Il primato verde
Record della natura in Trentino: 30% del territorio sottoposto a tutela ambientale; il più alto rapporto tra numero di alberi (1000) per abitante e la più vasta, 63%, estensione boschiva d’Italia, 390.463 ettari di abeti, lecci, larici. Per godersi foreste e safari all’italiana in primavera, quando gli animali escono per brucare le prime gemme, bisogna andare al Parco nazionale dello Stelvio, 17mila ettari di wilderness sul fronte trentino. Il 27 e il 28 aprile si vive l’alba nei boschi accompagnati da un naturalista per avvistare, con termo camere che non disturbano i branchi, la maestosa bellezza dei cervi (2000 nel parco), poi stambecchi, camosci, caprioli. Si dorme nel cuore del parco allo chaletalpenrose.it, wellness resort con trattamenti alle erbe alpine.

Lago di Tovel, in Val di Non. (Fototeca Trentino Sviluppo / Alexander Debiasi)

2. Il lago più pulito d’Italia
Il lago più pulito e bello d’Italia (cinque vele Legambiente per la qualità delle sue acque e delle spiagge) è quello di Molveno che vanta la spiaggia più bella, 12 ettari di prato all’inglese a filo d’acqua dove si specchiano le Dolomiti di Brenta. Paradiso di surf, canoa e navigazione-eco con le barche elettriche GoGo. Si fa il periplo del lago, una decina di km, a piedi, o a cavallo con cavalcailvento.it. Trekking facile fra i boschi (1,30 h) sul sentiero 340 fino al rifugio Croz dell’Altissimo a 1.480 metri: cucina local, dai canederli allo strudel e gran vista sui picchi del Brenta. Cocooning? A 18 km, l’hotel Villa di Campo, dimora storica con Spa.

3. La bici ha il suo hotel
La pista ciclopedonale più lunga, 99 km, corre lungo la valle dell’Adige da Faedo a Borghetto, dai confini con l’Alto Adige fino a quelli veneti. Poche pendenze, ben segnalata, segue gli argini del fiume Adige, in stagione regala lo spettacolo dei meleti in fiore intorno a Castel Beseno. E attraversa una zona di vigneti e cantine storiche come quella della Fondazione Mach, in un convento agostiniano del XII sec. non distante dalla pista (fmach.it). Il 25 e 26 maggio c’è Cantine Aperte (tastetrentino.it). Pedalando si arriva sulle rive dell’Adige a Rovereto per fermarsi nel prato di mojaristorante.it. D’obbligo un detour culturale al Mart per la mostra Passione, 250 capolavori dell’arte italiana nel ’900, da De Chirico a Campigli. E per la notte, un hotel per ciclisti, Fly Bike Hotel con deposito, piccole riparazioni, mappe (flybikehotel.it).

4. Le montagne più belle
Lagorai, la catena montuosa più lunga del Trentino (70 km) offre il paesaggio più wild.
Sul versante sud orientale fa parte del Parco Paneveggio Pale di San Martino, il più esteso gruppo delle Dolomiti, 240 kmq, uno dei nove gruppi montuosi Patrimonio Unesco. Solo l’altopiano delle Pale regala 50 kmq di panorami lunari. La vera bellezza da centellinare nei luoghi giusti. Come la conca del Fuciade, sopra al passo San Pellegrino, con vista su Cima Uomo e le Pale. Il palcoscenico migliore? Fuciade, rifugio very chic. (fuciade.it).

Il lago di Molveno. (Fototeca Trentino Sviluppo / Carlo Baroni)

5. Lo show delle fioriture
Il 50% della flora alpina, in primavera sboccia ai 2.218 metri nel Gruppo del Monte Baldo, l’hortus Italiae degli speziali nel XVI secolo. Distese infinite di botton d’oro, campanule, gigli, genziane, caprifoglio, orchidee. Da scoprire con la botanica Giulia Tomasi e la naturalista Linda Martinello, il 19 maggio e dall’8 al 13 giugno. Oppure con uno dei quattro itinerari del Trekking delle Malghe e dei fiori del Baldo, progetto di valorizzazione della montagna con finanziamenti Ue. In posizione comoda, l’hotel San Giacomo vanta uno dei centri wellness più grandi del Trentino (hotelsangiamoco.it).

6. L’olio inimitabile
Non è famoso come quello toscano, eppure l’olio del Garda, prodotto più a Nord in Europa, 46° Parallelo, è il miglior olio fruttato al mondo. E secondo la prestigiosa Guida Flos Olei, che monitora 500 produttori, una delle 20 migliori aziende olearie in assoluto è Olio Cru sul Garda Trentino. Si fa provvista di extravergine nel loro frantoio Domus Olivae a Riva del Garda (oliocru.it). Si passeggia fra gli ulivi su uno dei sentieri vista lago più panoramici, Castel Penede-strada Santa Lucia. segue la vecchia via di comunicazione tra il Garda e la Valle dell’Adige. E si dorme tra gli ulivi all’agriturismomasoboites.it di Arco: contemporaneo, di design, con degustazione di olio bio. Un giro sul lago a bordo dei catamarani di Coppa America (supersailacademy.it).

7. Vigne d’arte in Val di Cembra
La Val di Cembra è la culla dell’enologia trentina, e le sue vigne eroiche sono un Paesaggio Storico Italiano, certificato e protetto dal Ministero, da 14 università e da Natura 2000. Percorsi scenici da fare a piedi, in bici o in auto, immortalati nelle incisioni di Albrecht Dürer che visitò la valle nel 1494. Imperdibile il Sentiero del Dürer. Come è imperdibile, appunto, la degustazione di Trentodoc alle cantinemonfort.it. Un patrimonio di 700 etichette è il biglietto da visita del Posta, hotel dal 1899. Con cantina e Spa alpina naturalmente (postahotel1899.it).

Prenotare e informarsi
Itinerari della primavera accompagnati da naturalisti e botanici nel Parco dello Stelvio e sul Monte Baldo: ambientetrentinio.it. Trekking delle malghe e dei fiori: parcomontebaldo.tn
Lago di Molveno: visittrentino.info/it/tour/giro-del-lago-di-molveno; rifugiocrozaltissimo.it; trentinocharme.it/it/villa-di-campo
Bici: visittrentino.info//percorso-ciclopedonale-della-valle-dell-adige_pd_5740011
Olio del Garda: maps.gardatrentino.it/it/tour/passeggiata/castel-penede-e-strada-santa-lucia.
Val di Cembra: visitpinecembra.it/eventi/Duerer

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!