Seguici su
Business 14 Agosto, 2019 @ 4:11

Cbs Viacom, un nuovo colosso per sfidare Netflix e Amazon sui contenuti

di Matteo Rigamonti

Staff

Leggi di più dell'autore
chiudi
Times Square a New York
Times Square a New York (Shutterstock)

Viacom e Cbs hanno concluso l’iter di fusione dando vita a ViacomCBS, media company da 30 miliardi di dollari che unisce asset e contenuti prodotti dalle due società che già facevano parte del medesimo gruppo fino alla scissione del 2006.

Di proprietà della famiglia Redstone attraverso la holding National Amusements, ViacomCBS si rilancia così sul mercato della produzione e dello streaming di contenuti video per competere con gli altri colossi del settore, anch’essi oggetto di recenti aggregazioni: Disney, che quest’anno ha inglobato la 21st Century Fox, AT&T che ha rilevato Time Warner nel 2018 e Comcast che ha assorbito NBCUniversal nel 2013 e Sky l’anno scorso.

Ma come cambia la geografia dei canali, contenuti prodotti e piattaforme gestite da simili colossi nella partita per contrastare l’ascesa degli Ott come Netflix e Amazon Prime nel mercato che un tempo era il giardino di casa delle tv e delle major di Hollywood?

Nella nuova configurazione societaria ViacomCBS sarà guidata da Bob Bakish, come presidente e ceo, mentre Joe Ianniello sarà chairman e ceo di CBS. Viacom, con i canali BET, Channel 5, Comedy Central, MTV, Nickelodeon, Telefe, VH1 e relative piattaforme digitali, è specializzata nell’entertainment, ma con il ritorno a casa di CBS si rinforza lato sport e informazione. CBS infatti porta in dote, tra i tanti titoli, il Late Show, le Morning ed Evening News, il Football americano con il Super Bowl, il golf del Pga Tour, ma anche la sitcom Mom, Star Trek e serie come Big Bang Theory o Swat.

Prodotti dall’indubbio appeal che si sommano alla produzione pop e dal target giovanile di Viacom con titoli come: Jersey Shore e Geordie Shore, South Park, America’s Next Top Model, le serie Paramount (da Yellowstone a Jack Ryan, Catch 22 e Maniac) e i film (come l’ultimo capitolo di Mission Impossible e Bumblebee); e ancora i cartoni animati (Ninja Turtles, Spongebob), il Daily Show su Comedy Central, eventi del calibro degli Mtv Awards e Clusterfest, gli ultrafighter di Bellator MMA e personaggi come Susana Giménez in grado di esercitare notevole appeal sulla comunità ispanica della popolazione americana.

Tra i competitor, Disney, guidata dal ceo e chairman Bob Iger, possiede, oltre al noto patrimonio della sterminata produzione di titoli per bambini e ragazzi, gli studios Disney, Marvel (dunque Spiderman e Avengers tra gli altri), Pixar (Cars e Toy Story), la LucasFilm (dunque l’impero di Star Wars) e ora anche la 20th Century Fox che ha prodotto, tanto per ricordare uno degli ultimi film di successo, Bohemian Rhapsody. A ciò si sommano i canali Disney Channel, Abc, National Geographic (sempre da Fox) e la rete sportiva Espn (con dirette e programmi storici come, tra gli altri, SportsCenter e Nba on Espn). Senza dimenticare i parchi tematici (Disneyland) e le piattaforme per lo streaming Disney+, Espn+ e i competitor diretti di Netflix: Hulu e Hotstar.

A guidare AT&T è il chairman e ceo Randall Stephenson. Dopo l’acquisizione dello scorso anno Time Warner è diventata la divisione Warner Media di AT&T con a capo il ceo John Stankey e spazia dalle news allo sport passando per l’entertainment. Oltre alla Cnn, il fiore all’occhiello sono le serie targate HBO (Trono di Spade, Chernobyl, per esempio), che nel 2015 ha lanciato il suo servizio streaming HBO Now. AT&T può contare anche sui canali Turner (Tnt, che trasmette la Champions League e l’Europa League, tbs e Tru Tv) Cinemax, Cartoon Network e Boomerang per i bambini (con tutti i cartoni firmati Warner Bros da Tom e Jerry a Scooby Doo) e i supereroi DC (come Batman, Superman e Wonder Woman). Ma anche sui film e gli studios Warner e la nuova digital company Otter Media.

Chairman e ceo di Comcast è Brian L. Roberts. Sul mercato dello streaming si presenta con il marchio Xfinity e con l’acquisizione di NBCUniversal Comcast ha visto un upgrade nei contenuti televisivi e cinematografici, canali tv e ha aggiunto lo studio cinematografico Universal Pictures con annessi parchi tematici (i più famosi a Hollywood e Orlando). Tra le news, cui l’acquisto di Sky ha dato ulteriore spinta, ci sono i canali NBC News, Msnbc, Cnbc. Lo sport di Nbc ha in primo piano Olimpiadi, Premier League, Formula 1, IndyCar, Nascar, Boxe e il Tour de France. Sky ha portato in dote altro sport e produzioni originali (come quelle con Hbo Chernobyl e Caterina la Grande).

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!