Seguici su
Business 3 Febbraio, 2020 @ 3:35

Dove c’è un italiano all’estero arriva Mammapack, l’idea di due ragazzi napoletani

di Melania Guarda Ceccoli

Contributor

Scrivo di viaggi e lifestyle.Leggi di più dell'autore
chiudi

 

Flavio Nappi e Romolo Ganzerli (Courtesy Mammapack)

Le belle idee nascono con poco. Per Flavio Nappi e Romolo Ganzerli è bastato aver visto un pacco di Pavesini a 7 euro in un negozio di Parigi quando studiavano insieme un corso di imprenditoria. Alla vista di un prodotto italiano ad un prezzo così alto, i due ragazzi hanno pensato che doveva pur esserci un modo per portare la cucina mediterranea a chi viveva all’estero come loro e con prezzi giusti.

Basta valigie piene di pasta e biscotti. Ecco che così nasce Mammapack.

Dopo un anno di tasting, hanno cominciato a fare pubblicità mirata e hanno spedito i primi 50 pacchi per avere più dati dei loro possibili clienti. Nel dicembre 2018 è nato il sito ed è andato molto meglio del previsto.

È come un supermercato online che ha di tutto – ci raccontano in una telefonata da Napoli Flavio e Romolo, che sono in vacanza nella loro città natale – Abbiamo dalla pasta ai prodotti per la pulizia personale e per la casa. Riusciamo ad avere prezzi bassi perché acquistiamo i prodotti a Napoli e manteniamo basse le spese di spedizione, a costo fisso senza limite di peso. (in questo momento trovate 5 euro di sconto sulla spesa di spedizione)

Tre sono i vantaggi di Mammapack: varietà di prodotti e di marchi (10.000 prodotti disponibili), è economico, consegnano a casa.

In questo modo riescono a raggiungere anche i paesini e non solo le grandi città, quindi ovunque a livello europeo. (4.000 clienti in 20 Paesi Europei) Per quanto riguarda la consegna, il corriere propone varie modalità, con giorni e orari stabiliti insieme al cliente. La consegna avviene il 48/72 ore.

Le categorie più amate? Da buoni italiani sono pasta, salse, sughi, biscotti, igiene casa e personale.

Facciamo le veci delle mamme che vogliono sapere se il figlio lontano sta mangiando bene – continuano Flavio e Romolo – così il nostro cliente tipo è lo studente, la mamma, ma anche il pensionato. Un amore particolare va alla cura del neonato e gli alimenti per i più piccoli.

Ma Mammapack è anche esclusività. All’uscita della “crema Pan di stelle” sono stati gli unici ad avere la possibilità di consegnarla agli italiani all’estero. Stessa cosa per i “Nutella Biscuits”. Durante la telefonata sono stati venduti 50 pacchi in soli 12 minuti!

Sotto Natale poi hanno avuto tantissime richieste. Per fortuna hanno 5 collaboratori diretti che diventano 15 contando anche il magazzino. Chi lavora sono tutti italiani, ma con un trascorso all’estero.

C’è molta empatia con la community. È lo spirito di gratitudine: per italiani all’estero da italiani all’estero. Questo si manifesta sui social e non solo: dalle fotografie su Instagram, ai festeggiamenti anche in modo nostalgico (ad esempio abbiamo regalato 10mila lire), fino agli auguri inviati con cartoline vere. E poi per ogni riordino, all’interno della scatola si trova un Topolino degli anni ’80-’90-2000.

Ma ovviamente l’anno nuovo si comincia con i buoni propositi e per Mammapack sono più prodotti, più mercati (Svizzera, Canada, America) e più target, puntando anche a chi non è italiano ma ama la nostra cucina.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!