A Forbes Leader il papà italiano degli e-book lancia la sfida dei 10 milioni di lettori

Share

Dalla passione per i libri di formazione professionale, fino alla pubblicazione pionieristica dei primi e-book italiani e all’obiettivo ambizioso di raggiungere 10 milioni di lettori italiani. Questi sono i propositi di Giacomo Bruno, ceo fondatore della casa editrice Bruno Editore, che è stato ospite della trasmissione Forbes Leader andata in onda mercoledì 21 aprile sul canale 511 di Sky.

L’imprenditore ha raccontato la sua storia e di come, nel 2002, gli è venuta l’idea di iniziare a pubblicare, primo in Italia, libri in formato digitale (meglio conosciuti come e-book). All’attività di editore, condotta insieme alla cofondatrice e moglie Viviana Grunert, Bruno accompagna anche l’attività di scrittore per libri di crescita professionale: a oggi, infatti, ne ha firmati ben 27.

Tra consigli per gli autori e aneddoti, Giacomo Bruno ha parlato anche dei nuovi progetti e di quelli futuri sull’onda del boom di richiesta che stanno avendo gli e-book in seguito alla pandemia. “Nel mondo siamo arrivati a 1 miliardo di lettori di e-book e, come fatturato, parliamo di 15 miliardi di vendite di e-book contro i 10 miliardi dei libri cartacei”, ha spiegato Bruno, “per quanto riguarda noi, siappiamo di aver aiutato 2 milioni di persone che hanno scaricato i nostri e-book. Il nostro obiettivo è di arrivare a 10 milioni di italiani. Sappiamo che è un obiettivo ambizioso in un’Italia che non legge, ma c’è una grande richiesta di libri di formazione professionale in questo momento”.