Questi tre palermitani hanno creato un amaro artigianale a base di avocado

Domenico Viola, Giovanni Battista Castiglione e Giuseppe Schillaci
Share
Per fare un prodotto unico, serviranno ingredienti altrettanto unici. Non è un banale gioco di parole ma la filosofia che ha portato tre imprenditori palermitani a creare un amaro artigianale che rende omaggio all’oro verde di Sicilia: l’avocado.

Il marchio si chiama Unico ed è il frutto di un’idea di Domenico Viola, Giovanni Battista Castiglione e Giuseppe Schillaci. “La nostra è un’amicizia che va avanti da tanti anni. Frequentavamo la stessa scuola e nel 2016, sia per sfida sia per necessità, abbiamo deciso di creare la nostra società di distribuzione di prodotti alcolici con l’ambizione di portare qualcosa di nuovo nel mercato lavorando in esclusiva per l’Italia con aziende estere”, racconta Schillaci.

L’avocado è un prodotto che si riconduce principalmente al Sud America ma, in realtà, è molto presente anche in Sicilia. Non sorprende però che in molti rimangano ancora sorpresi nel sapere che oggi esistono coltivazioni di avocado e altri prodotti esotici in Sicilia dove, complici le favorevoli condizioni climatiche, questo frutto conserva un sapore speciale.
“Unico nasce dalla consapevolezza che la nostra terra abbia qualcosa di irripetibile, qualcosa che non tutti possono dire di avere. La selezione delle materie prime evidenzia la tradizione della nostra terra ma in chiave contemporanea”, proseguono i fondatori. Tradizione che si riflette nel delicato processo di lavorazione che precede l’imbottigliamento: nato dall’infusione di sole scorze fresche e selezionate a mano (si, proprio come si faceva una volta) di avocado e agrumi siciliani, Unico è l’incontro di note amare, dolci, aspre e speziate. Dopo un’accurata selezione, vengono disposte le scorze fresche a infusione con erbe spontanee e alcol. In seguito, si aggiunge acqua freschissima proveniente dalle sorgenti siciliane. E, cosa più importante, nessun aroma artificiale, conservante, additivo e caramello. Ogni bottiglia viene imbottigliata una alla volta e lo stesso avviene per l’etichetta.
    (courtesy Unico)
    (courtesy Unico)
La qualità del prodotto è stata riconosciuta fin da subito anche dagli esperti del settore: “A giugno abbiamo vinto la medaglia d’oro all’International Wine & Spirits Competition 2021 con punteggio 96/100 e, appena qualche giorno fa, la medaglia d’oro al China Wine & Spirits Awards 2021, le due competizioni più importanti al mondo”.

“Unico si esprime al meglio se servito ghiacciato, sia lontano dai pasti sia come digestivo. Ci piace abbinarlo al sushi, data la presenza dell’avocado”, spiegano. La sua artigianalità, inoltre, fa si che ogni bottiglia, anche se per dettagli minimi, sarà sempre diversa da ogni altra. Un’idea nata durante la pandemia, quando le restrizioni hanno favorito il nascere di nuovi progetti imprenditoriali per valorizzare il territorio.

Al momento, Unico è presente sia online, dove gli imprenditori affidano le vendite ai loro clienti partner, sia nei negozi fisici (direttamente o tramite il distributore partner di zona). Ma se ci fosse un’immagine, quale sarebbe la più calzante per descrivere il prodotto? “Senza dubbio la Sicilia, la prima immagine che ci viene in mente e la prima che intendiamo trasmettere a chi assaporerà Unico”, concludono.