Dell Technologies è pronta a investire sull’Italia. “Assumeremo nuove persone nei prossimi 2 anni”

Filippo Ligresti, vice presidente e general manager di Dell Technologies Italia
Share

Dalla nuova era dei dati alle porte, agli investimenti necessari per essere in grado di ripartire dopo un attacco hacker. Fino alle nascenti tecnologie hedge per prendere decisioni in tempo reale nelle città del futuro. Di tutto questo si è parlato durante l’intervista negli studi di Forbes Leader a Filippo Ligresti, vice president e general manager di Dell Technologies Italia, multinazionale americana attiva nel settore del cloud e dei computer che nel 2021 stima di superare i 100 miliardi di dollari di fatturato a livello globale (il miglior risultato della sua storia).

A proposito del grande impulso alla digitalizzazione che si osserva anche nel nostro Paese, Ligresti ha commentato durante l’intervista: “Crediamo che oggi sia particolarmente importante per le imprese indirizzare i propri investimenti in maniera strategica. Questo è un periodo particolare, ma che riserva anche tante possibilità. L’importante, però, è non sbagliare l’investimento perché c’è il rischio di rallentare i ritorni e dover ripensare tutto da capo”.

Altro punto fondamentale dell’intervista è il tema della sicurezza informatica, con molte aziende che sono tuttora vulnerabili rispetto alla prospettiva di possibili attacchi informatici. “Noi di Dell li aiutiamo a difendersi in tutti i modi: la sicurezza deve essere considerata nella progettazione della soluzione. Talvolta, infatti, i cattivi sono veramente abili e può succedere che all’interno dell’azienda non ci sia un adeguato livello di consapevolezza”. 

La corsa alla digitalizzazione e in generale un contesto di mercato favorevole porterà Dell a investire ancora nella sua struttura italiana: “Noi oggi contiamo sull’apporto di oltre 700 persone molto competenti, per le quali investiamo tantissimo in formazione. Consideriamo inoltre di aumentare l’organico del 10% nei prossimi 24 mesi”.

Di questo e di altri argomenti si è parlato nell’intervista a Forbes Leader che si può vedere qui di seguito integralmente.