Brembo contro il carovita: bonus straordinario di 1.000 euro per aiutare i dipendenti

Alberto Bombassei (a sinistra) con il presidente esecutivo di Brembo Matteo Tiraboschi.
Share

Un contributo straordinario di 1.000 euro a ogni dipendente per fronteggiare l’aumento dei prezzi delle ultime settimane. Brembo, azienda leader e innovatrice della tecnologia degli impianti frenanti a disco fondata nella Bergamasca da Italo Breda e Emilio Bombassei, ha deciso di aiutare concretamente i suoi lavoratori attraverso l’erogazione di una cifra che sarà inserita nella busta paga di maggio.  L’azienda bergamasca conta su una storia lunga 61 anni. Attualmente dispone di  26 siti produttivi e 11mila dipendenti. I suoi impianti frenanti sono installati nei veicoli delle più importanti case automobilistiche del mondo.

“In una fase in cui nel nostro paese il forte aumento del costo della vita sta incidendo in modo importante sul bilancio delle persone e delle famiglie, abbiamo voluto dare un segnale concreto a tutti i nostri collaboratori”, ha commentato Matteo Tiraboschi, presidente esecutivo di Brembo. “Brembo ha sempre riposto particolare attenzione alle persone e anche in questa occasione vuole dimostrare loro la sua vicinanza.” Il valore complessivo stanziato dall’azienda è di circa 6 milioni di euro.

Il precedente

A Pasqua i 42 dipendenti della Metallurgica Legnanese di Rescaldina, nel Milanese, hanno ricevuto un contributo per le stesse ragioni. Millecinquecento euro in più nella busta paga erogati dal titolare Siro Della Flora, che ha fondato l’azienda nel 1969, con l’obiettivo di offrire ai lavoratori e alle loro famiglie un aiuto concreto per far fronte all’aumento subito nell’ultimo periodo dalle bollette di luce e gas.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.