Viaggio dentro Portopiccolo, l’oasi green a cinque stelle alle porte di Trieste

Falisia Resort Suite Terrace
Share

Articolo tratto dal numero di giugno 2022 di Forbes Italia. Abbonati!

Ribattezzato ‘il salotto buono della costa triestina’, Portopiccolo è un anfiteatro naturale orientato verso la riviera adriatica. La destinazione da non perdere, grazie alla sua singolare posizione, ne fa una suggestiva oasi green alle porte di Trieste, definita ‘città dei venti’ e oggi fra le più vivibili realtà urbane al mondo.

Immerso nella Baia di Sistiana, un tempo sede di una cava calcarea, nota fin dal primo Novecento come meta turistica termale dell’aristocrazia asburgica, Portopiccolo è un incantevole borgo marittimo affacciato sul Golfo di Trieste con una forte vocazione turistica e residenziale. Nata da un articolato progetto di riqualificazione architettonica e ambientale, negli anni ’90 la località è stata rilanciata grazie a un nuovo impianto urbanistico eco-compatibile, che ne fa una destinazione esclusiva e vicina all’ambiente.

Ma Portopiccolo é anche sinonimo di hospitality a cinque stelle e di turismo balneare d’élite. Nella Baia di Sistiana sorge infatti Falisia, A Luxury Collection Resort & Spa, appartenente alla catena Marriott. Un hotel che con il suo raffinato concept design evoca l’idea delle crociere di gran lusso anni ’50, intime ed esclusive. Con le sue eleganti camere minimal e la suite presidenziale dotata di Jacuzzi, questa realtà si configura come destinazione ideale del turismo leisure e Mice.

I cultori della cucina gourmet potranno gustare poi le prelibate proposte dello chef Matteo Bettega per il ristorante Cliff, legato a doppio filo al genius loci. Per godere pienamente dei ritmi del lusso di Portopiccolo, è possibile inoltre accedere all’elegante beach club del borgo, che consta di una spiaggia in ciottoli, una serie di postazioni mare con pavimento in teak e un privé per gli ospiti più esigenti.

    Falisia Beach Club
    Falisia Marina
    Falisia Suite
    Falisia Resort Suite Terrace
    White Night

Altra punta di diamante è la Spa, tempio del benessere che offre una rigenerante esperienza di remise en forme unica. Sviluppata su una superficie di ben 3.600 metri quadrati, questa struttura immersa nella riserva naturale di Duino si suddivide in tre piani e propone quanto di meglio oggi esiste nel mondo del wellness. Poi c’è la Bakel Beauty Spa, un luogo in cui evadere dallo stress per riconciliarsi con il proprio io. Qui il benessere comincia da tutto ciò su cui si posa lo sguardo, dalla materia che la pelle sfiora, dalla purezza che il respiro percepisce e dalla gentilezza che il corpo richiede.

Nello spazio, inoltre, ci sono protocolli personalizzati per la terapia dell’anima e del corpo, nel segno di una visione olistica del benessere. Esplorando i vari ambienti, dalle vetrate si potranno infine ammirare le vedute panoramiche mentre si nuota nelle piscine, indoor e outdoor, per poi godere dei trattamenti più raffinati: dalla haloterapia alle vasche di deprivazione sensoriale all’hammam, fino alle saune di ogni tipologia e le aree deputate al fitness e all’accogliente Cocoon Bar, specializzato in menu salubri in linea con lo spirito ecologico della struttura.

Portopiccolo vanta anche uno yacht club e una marina privata dove è possibile ormeggiare più di 100 imbarcazioni, con la possibilità di sfruttare servizi one to one per un’ospitalità personalizzata. Per chi desidera qualcosa di più speciale, sono disponibili residenze da vivere tutto l’anno, inserite nelle falesie e dal design modernista, affacciate sul Golfo di Trieste. La dimensione residenziale è infatti uno degli aspetti più caratteristici di questo borgo. Infine, in vari periodi dell’anno Portopiccolo ospita una serie di eventi mondani, tra momenti sportivi e kermesse culturali, per valorizzare le bellezze del luogo ed esaltarne le eccellenze.

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.