Miliardari

La Russia potrebbe rimanere senza soldi l’anno prossimo: l’avvertimento di un oligarca russo

Questo articolo è apparso su Forbes.com

L’oligarca russo Oleg Deripaska ha criticato Mosca per aver allontanato gli investitori stranieri. E ha anche avvertito che la Russia finirà i contanti già il prossimo anno senza fondi aggiuntivi, lanciando un allarme sul clima economico del paese. La guerra contro l’Ucraina sta esaurendo i conti pubblici e sta aumentando i dubbi su quanto ancora la Russia può operare in deficit.

Fatti principali

  • Parlando al Forum economico di Krasnoyarsk in Siberia, Deripaska, 55 anni, ha affermato di essere “molto preoccupato per tutto il tempo che lo stato e le imprese siano costantemente messi l’uno contro l’altro”. Ha ipotizzato che un ridimensionamento della guerra da parte della Russia non accadrà prima del 2025, tenendo potenzialmente gli investitori occidentali lontani dalla Russia per un altro decennio.
  • “Non ci saranno soldi già dall’anno prossimo… Ecco perché hanno già iniziato ad allertarci”, ha continuato Deripaska, magnate dell’alluminio che ha fondato il gruppo industriale russo Basic Element. Ha aggiunto che la nazione “ha bisogno” di investitori stranieri per continuare a operare.
  • Le critiche dell’oligarca – che è stato sanzionato per legami con il Cremlino – arrivano poche settimane dopo che Putin ha promesso che non ci sarebbe stata alcuna riduzione delle spese militari. Putin ha anche detto ai funzionari che la Russia non ha “limiti” sulla spesa per la guerra in Ucraina e sta “dando tutto ciò che l’esercito chiede” per garantire la vittoria.
  • “La Russia dovrebbe continuare a sviluppare l’economia di mercato”, ha detto giovedì Deripaska. Ha sottolineato delle “gravi” conseguenze delle sanzioni in corso contro la Russia e avvertendo che “il capitalismo di stato non è un’opzione”.

Background

Le ricadute economiche si sono accumulate rapidamente dopo che Putin ha ordinato l’invasione dell’Ucraina lo scorso febbraio. Si sono in seguito intensificate insieme a un crescente elenco di sanzioni contro vaste aree dell’economia russa, comprese le industrie tecnologiche, della difesa e dell’energia, le istituzioni finanziarie e le persone più ricche della nazione. L’anno scorso si prevedeva che la spesa militare della Russia ammontasse a circa 3.500 miliardi di rubli (circa 46 miliardi di euro). Ma secondo quanto riferito ha superato quel livello a settembre.

Con un elenco crescente di paesi che vietano gli investimenti russi, gli economisti prevedono che il deficit del paese potrebbe salire di oltre il 55% a 4.500 miliardi di rubli (circa 56 miliardi di euro). Ma i dati discutibili del paese e l’incertezza sui prezzi del petrolio (la più grande voce nelle esportazioni della Russia) rendono difficile sapere per quanto tempo la Russia può continuare a correre in deficit.

Valutazione Forbes

Deripaska ha un patrimonio di circa 2,9 miliardi di dollari, secondo le stime di Forbes. Era la persona più ricca della Russia e la nona più ricca del mondo nel 2008, ma poi ha visto la sua fortuna precipitare tra mercati in crisi e debiti pesanti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it CLICCANDO QUI .

Forbes.it è anche su WhatsApp: puoi iscriverti al canale CLICCANDO QUI .