Waymo, auto a guida autonoma
Innovation

In America Uber potrebbe offrire auto a guida autonoma già entro quest’anno

LIVE – Forbes Italian Excellence Reggio Emilia

Segui la diretta dell’evento che racconta e premia le eccellenze italiane

PARTNER

Questo articolo è apparso su Forbes.com

Uber ha firmato una partnership pluriennale con Waymo, società tecnologia di guida autonoma di proprietà di Alphabet (casa madre di Google), per iniziare a offrire veicoli a guida autonoma entro quest’anno. Lo ha annunciato un comunicato congiunto delle due società, che hanno specificato che si partirà da Phoenix.

Fatti principali

  • La collaborazione, che verrà lanciata al pubblico “entro la fine dell’anno”, fornirà un determinato numero di veicoli di Waymo ai servizi di trasporto e consegna di generi alimentari di Uber nell’area metropolitana di Phoenix. Qui, Waymo ha ampliato la sua area di servizio a inizio maggio per includere il centro di Phoenix e aeroporto.
  • I motociclisti potranno comunque chiamare i veicoli Waymo direttamente dall’app Waymo One, lanciata a Phoenix nell’ottobre 2020. Da allora ha aggiunto servizi a San Francisco e Los Angeles.
  • Gli utenti Uber potranno richiedere un veicolo Waymo tramite l’app Uber, se disponibile, ha dichiarato Waymo a TechCrunch.

A margine

Waymo offre circa 10.000 corse ogni settimana a Phoenix e San Francisco. Ha appena aggiunto Los Angeles al suo mercato e presto anche Austin. Uber serve circa 130 milioni di persone al mese.

Sullo sfondo

Uber aveva già fatto altre incursioni nel settore della guida autonoma e nel 2015 aveva avviato la propria impresa di veicoli autonomi, Uber Atg. Il progetto si era poi rivelato eccessivamente costoso, generando una perdita netta di $ 303 milioni nel 2020, oltre a un potenziale rischio per il marchio, dopo che uno dei veicoli a guida autonoma di Uber ha colpito mortalmente un pedone nel 2018.

Alla fine Uber ha venduto la divisione Atg ad Aurora Innovation, una startup sostenuta da Amazon e Sequoia Capital, per $ 4 miliardi, più altri $ 400 milioni che Uber investito in Aurora. Tuttavia, Uber sostiene che i veicoli a guida autonoma sono il futuro, con il ceo Dara Khosrowshahi che ha dichiarato che “la guida completamente autonoma sta rapidamente diventando parte della vita di tutti i giorni”.

Fatto sorprendente

Nel febbraio 2017, Waymo ha intentato una causa contro Uber sostenendo che la società di ridesharing aveva rubato segreti commerciali. L’accusa era basata sulle affermazioni di Anthony Levandowski, ex ingegnere di Waymo che, in seguito, ha fondato la società di tir a guida autonoma Ottomotto, che la stessa Uber ha acquisito nel 2016 per 625 milioni di dollari. Waymo sosteneva che Levandowski aveva creato Ottomotto utilizzando più di 14.000 file riservati rubati a Waymo.

Le società hanno raggiunto un accordo nel 2018. Uber che ha accettato di pagare a Waymo lo 0,34% delle sue azioni, all’epoca circa 245 milioni di dollari. Levandowski è stato condannato a 18 mesi di prigione e condannato a pagare 179 milioni di dollari alla società madre di Waymo. Ma ha finito per intentare una causa contro Uber, sostenendo che la società, quando ha acquistato Ottomotto, avesse accettato di risarcirlo per qualsiasi azione legale intentata contro di lui. L’anno scorso Uber ha raggiunto un accordo, accettando di pagare “una parte sostanziale” dei $ 179 milioni e dare a Levandowski $ 2 milioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it CLICCANDO QUI .

Forbes.it è anche su WhatsApp: puoi iscriverti al canale CLICCANDO QUI .