Pwc

Share

La società, nata nel 1998 dalla fusione tra la Price Waterhouse e la Coopers & Lybrand, è la quinta più grande azienda privata negli Stati Uniti. È tra i network di consulenza più grandi e prestigiosi al mondo, presente in 158 Paesi, con attività di advisory di direzione e strategica, revisione di bilancio, nonché negli ambiti legale e fiscale. A livello globale conta 248mila professionisti, con presenza in tutti i Continenti. Quanto alle origini, Samuel Lowell Price iniziò la sua professione a Londra nel 1849. Nel 1865 Price entrò in società con William Hopkins Holyland e Edwin Waterhouse. Holyland lasciò poco dopo e la società dal 1874 assunse il nome Price, Waterhouse & Co. Il contratto societario originale, firmato da Price, Holyland e Waterhouse è conservato presso le Southwark Towers, a Londra, una delle più importanti sedi legali di Pwc. Già dalla fine del diciannovesimo secolo, Price Waterhouse guadagnò un significativo riconoscimento nel campo della contabilità. A fronte dell’espansione dei rapporti commerciali tra il Regno Unito e gli Stati Uniti d’America, la società aprì nel 1890 un ufficio a New York, da lì inizio un processo di espansione in altri paesi europei. PwC Italy ha 24 uffici nelle principali città italiane e conta circa 6mila dipendenti. Nel nostro Paese è guidata da Giovanni Andrea Toselli, che ricopre la carica di presidente e amministratore delegato.

CONTATTI

Piazza Tre Torri 2 - Milano Tel. 02 77851

sede PwC
Personaggi ed interpreti

Il punto forte

“Conoscere il contesto è essenziale. Non fare business al buio”. Così scrive Pwc nello spiegare i settori in cui opera. “Il nostro network investe nello studio del vostro settore di riferimento e vi aiuta ad anticipare e affrontare, insieme a voi, le esigenze aziendali”. Tra i diversi settori di mercato in evidenza c’è la Task Force Infrastrutture che ha quattro priorità: “Definire gli investimenti liberando le ingenti risorse pubbliche e private”, “Ricostruire un settore chiave con player forti e resilienti”, “Realizzare progetti sostenibili lungo l’intero ciclo di vita” e “Sbloccare il potenziale di digitalizzazione e nuove tecnologie per aumentare sicurezza e recuperare produttività”

Share
Contenuto precedente