18 buoni propositi per far svoltare la propria carriera nel 2018

Forbes.it
Share

Allestimento per le celebrazioni del nuovo anno a Times Square.

Col nuovo anno appena iniziato, il momento è propizio per guardarsi allo specchio e adoperarsi per cambiare in meglio il nostro profilo professionale. William Vanderbloemen, contributor di Forbes.com e ceo dell’omonimo gruppo di cacciatori di teste, ha compilato una lista di 18 buoni propositi per avere una carriera migliore nel 2018.

 

  1. Frequentare conferenze e corsi che rilasciano certificazioni professionali

La squadra di Vanderbloemen ha esaminato più di 10mila curriculum, e l’aggiornamento professionale costante è una delle caratteristiche che fanno la differenza in un candidato.

  1. Cambiare la propria prospettiva grazie a piccole modifiche

Esistono studi che provano che i cambiamenti più piccoli possano alterare l’atteggiamento e la prospettiva. Nel periodo morto del nuovo anno, prenditi del tempo per riorganizzare l’ufficio, spostare la scrivania, cose così: anche pochi piccoli cambiamenti possono aiutarti a trarre nuove ispirazioni.

  1. Servirsi del coaching

Trova un tutor che ti possa far crescere in modi nuovi, e darti nuove strategie per eccellere. Come dicono in Justice League, “non puoi salvare il mondo da solo”.

  1. Migliorare il rapporto tra l’ascoltare e il parlare

Sapete perché, come dice la saggezza popolare, Dio ci ha dato due orecchie e una sola bocca? Per ascoltare molto più di quanto parliamo. Per la prima settimana dell’anno, conta le volte in cui intervieni in una conversazione e quelle in cui ti limiti ad ascoltare attentamente. Poi prova a privilegiare di più l’ascolto.

  1. Aprire un portfolio

Su un blog si può scrivere degli argomenti che stanno più a cuore, perfezionare la propria attitudine alla creazione di contenuti e, non ultimo, farsi conoscere un po’ in giro.

  1. Leggere libri che trattano dei propri obiettivi professionali

“Leaders are readers”, si dice in America, e non a torto.

  1. Prendersi un giorno di riposo alla settimana

Lo fece persino Dio stesso, come ci spiega il libro della Genesi. Se ne ha avuto bisogno lui durante la creazione, figurarsi noi.

  1. Fare da tutor ai dipendenti più meritevoli

I rilevamenti più recenti chiariscono che lo sviluppo intenzionale del talento presente in azienda dà i suoi frutti già nel breve e medio termine.

  1. Dormire meglio

Perfezionare il proprio riposo notturno significa molto di più di quello che di norma si pensa: 7 ore di sonno “ben dormito” migliorano non soltanto la produttività, ma l’intera sfera emotiva e relazionale.

  1. Tenere il telefono lontano dal letto

Corollario del punto precedente: la scienza ci sta dicendo sempre più spesso che la dipendenza da schermi luminosi durante la notte peggiora il sonno, con tutte le conseguenze nefaste del caso.

  1. Trovare podcast capaci di migliorarci

Qua c’è una lista di 25 podcast (in inglese) che allargheranno la tua visione imprenditoriale in modo efficace.

  1. Organizzare meglio il proprio tempo

Farlo ti aiuterà a fare di più.

  1. Metti in programma del tempo libero

Prenditi qualche minuto per fare yoga, chiamare la fidanzata/il fidanzato, leggere il capitolo di un romanzo che ti piace. Se metti in calendario questi momenti, diventeranno come ricompense per il duro lavoro che ti sobbarchi prima di arrivarci.

  1. Fare un test di personalità, o simili

Potresti scovare debolezze o punti ciechi di cui non sapevi nulla, e usarli per migliorare le tue relazioni professionali.

  1. Frequentare culture diverse dalla propria

È noto che viaggiare e conoscere amplia la mente. Ciò è particolarmente importante col passare degli anni, quando la tendenza ad ampliare la propria comfort zone viene meno.

  1. Provare a lavorare un’ora al giorno senza smartphone

Per contrastare la “Fear of missing out”, o l’attenzione pseudo-patologica per le ossessive notifiche dell’iPhone.

  1. Espandere il proprio network

Conoscere più persone e conoscerle meglio è un lusso sempre più importante nel mondo del lavoro.

  1. Dedicarsi a un hobby

Qualunque leader ha un hobby capace di fargli staccare la spina. Trovare la propria vocazione fuori dal lavoro migliorerà il tuo rendimento al lavoro.

Ecco, è tutto: mettendo in pratica questi consigli – o almeno dedicandosi seriamente alla loro realizzazione – vi porterà di certo un 2018 ricco di soddisfazioni. Buon anno!

Share