Il giaguaro ora può correre su tutti i terreni

Share
Jaguar E-Pace, test drive Corsica

Jaguar ci ha preso gusto. Dopo che la casa britannica ha lanciato il suo primo Suv, F-Pace, un altro modello di questo segmento – compatto, questa volta – si affaccia sul panorama automobilistico. Si tratta della nuova E-Pace, disponibile con motori da 150-240 cv diesel o 249-300 cv benzina, provata da ForbesITALIA sulle tortuose strade del sud della Corsica e che ha tutte le carte in regola per macinare record di vendite anche sul mercato italiano. Anche perché il prezzo base per il nostro Paese è tutt’altro che inaccessibile: 36.800 euro che, nelle versioni full optional, può però superare anche i 60mila euro.

“Siamo molto orgogliosi del percorso in continua evoluzione intrapreso da Jaguar che dopo il successo della F-Pace, il primo Suv del marchio e la Jaguar venduta più velocemente di sempre, ripone ora grandi aspettative nella E-Pace, il primo Suv compatto ad alte prestazioni del giaguaro”, spiega a Forbes Daniele Maver, presidente Jaguar Land Rover Italia. “In Italia l’auto è in commercializzazione proprio in questi giorni con una previsione di 6.000 unità vendute già in questo primo anno”.

Jaguar E-PACE global media drive, Corsica 2018

Obiettivi di vendita ambiziosi che trovano però fondamento proprio nelle caratteristiche tecniche e nel design accattivante del “cucciolo” di Jaguar, che, senza rinunciare alla spaziosità dell’abitacolo, ha saputo creare un Suv dalle dimensioni ridotte (una lunghezza di 4,3 metri, una larghezza di 2 metri e 1,70 metri di altezza) e con un peso di appena 1.775 kg, ma con una struttura della carrozzeria rigida e robusta. I tecnici hanno impiegato l’alluminio per il cofano, per il tetto e persino per il portellone. Una scelta che non solo ha ridotto il peso della vettura, ma ha consentito anche di abbassare il baricentro e dare vita a una vettura con dinamiche performanti. E grazie anche a una maggiore campanatura, che ha aumentata l’agilità e la precisione in curva, e a un sistema di trazione integrale AWD (che garantisce buone performance anche off the road), il risultato è una guida piacevole e reattiva, simile a una vettura sportiva.

Grande attenzione è stata riservata poi all’intero comparto tecnologico a disposizione, che aumenta l’intrattenimento e il comfort a bordo grazie al sistema Touch Pro digitale da 12 pollici, dotato di navigatore e sistema di infotainment che integra l’hotspot wifi. La vettura dispone, inoltre, del sistema All-Surface Progress Control, tecnologia semi-autonoma che agisce come un cruise control per le basse velocità e consente al conducente, in condizioni difficili, di sollevare completamente i piedi dai pedali per focalizzare l’attenzione sul volante.

Jaguar E-PACE global media drive, Corsica 2018

Sebbene la commercializzazione della E-Pace sia appena partita, Jaguar si è subito impegnata in un’altra vettura, l’I-Pace, il Suv di lusso elettrico che vedrà la luce nel corso dei prossimi mesi. L’auto dovrebbe svelare le caratteristiche e il prezzo, aprendo così i primi ordini, già il prossimo primo marzo in anteprima mondiale, pronta a debuttare la settimana dopo in occasione del Salone di Ginevra. “Jaguar crede molto nell’innovazione al servizio del cambiamento e in una mobilità che sia sempre più attenta ai temi del rispetto dell’ambiente e sostenibile”, aggiunge Maver. “Il 2018 è per noi un anno davvero importante, perché sarà lanciata la Jaguar I-Pace, il nostro primo Suv completamente elettrico ad alte prestazioni. Dall’inizio della commercializzazione attesa a luglio, prevediamo di venderne 150 unità nei primi 6 mesi (tra luglio e dicembre 2018). Inoltre, conclude Maver, “a dimostrazione dei valori del brand e del nostro impegno a livello globale, a partire dal 2020, tutti i nuovi modelli Jaguar Land Rover avranno versioni elettrificate per offrire ai nostri clienti una possibilità di scelta ancora più ampia, che comprenderà versioni totalmente elettriche, ibride plug-in e semi ibride”.

Share