Seguici su
Leader 27 Marzo, 2018 @ 9:00

“Sono un avvocato, mi occupo di finanza. Ma lo faccio con creatività”

di Pieremilio Gadda

Staff

Giornalista, coordinatore di Forbes, scrivo di economia e finanza.Leggi di più dell'autore
chiudi
Claudia Parzani, presidente di Allianz Italia

“Amo da morire la finanza. Mi piace montare e smontare operazioni complesse. Ed è quello che ho sempre voluto fare. Ecco perché alle mie tre figlie dico: non fermatevi mai, seguite i vostri sogni”. Claudia Parzani, 46 anni, avvocato, è presidente di Allianz spa e partner dello studio legale Linklaters, dal 2007, nella divisione di capital markets dove, da due anni, ricopre il ruolo di managing partner per l’Europa occidentale. Una brillante carriera che le è valsa una serie di riconoscimenti. L’ultimo, nel 2016, la menzione tra gli avvocati under 50 più influenti in Italia, secondo la classifica stilata da Top Legal. Nel 2013 il Financial Times l’ha incoronata tra i dieci più innovativi in Europa.

Un profilo “ibrido”, il suo, a metà tra finanza e professioni legali. Due settori che non si distinguono, è noto, per essere densamente popolati di donne ai vertici. Come ci è riuscita, Claudia? “Sono sempre stata trasparente e fedele a me stessa. Non sono mai scesa a compromessi, né ho rinunciato a combattere battaglie che sentivo mie. Soprattutto”, dice, “ho cercato di interpretare la mia professione con creatività”. Creatività? “Sì, non mi sono uniformata al modo in cui si pensava che un giovane avvocato donna dovesse plasmare il proprio percorso professionale. Fin dai tempi dell’università, ho impostato il mio curriculum privilegiando le materie al confine tra mondo giuridico ed economico. Dopo la laurea, mi sono subito mossa nell’ambito dei primi grandi studi internazionali”.

Leggi l’intervista integrale sul nuovo numero di Forbes Italia

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!