Seguici su
Classifiche 25 maggio, 2018 @ 7:21

I 6 brand del lusso più potenti al mondo

di Daniel Settembre

Staff writer, Forbes.it

Mi occupo dei ranking e del progetto Under 30.Leggi di più dell'autore
Giornalista di Blue Financial Communication, dove cura contenuti per i prodotti editoriali del gruppo Bluerating, Private e Forbes Italia. Con un passato alla redazione televisiva di Class CNBC, è cresciuto professionalmente scrivendo di finanza, asset management, fintech e consulenza finanziaria. Appassionato di cinema, noiosi romanzi classici e videogames, è anche consulente editoriale. chiudi

Nella nuova classifica 2018 dei 100 brand con la maggior valutazione al mondo compilata da Forbes, il comparto del lusso è rappresentato da 6 società, per la maggiora parte francesi, che insieme raggiungono un valore di 91,7 miliardi di dollari. Sul gradino più alto del podio c’è infatti Louis Vuitton (15° posizione nella classifica generale), il marchio che fa parte del gruppo francese guidato da Bernard Arnault, LVMH, con un valore di 33,6 miliardi di dollari (+17% rispetto all’anno scorso). I suoi prodotti includono articoli in pelle, borse, scarpe, orologi, gioielli e accessori. Louis Vuitton ha lanciato un nuovo flagship store a Parigi nel 2017 e festeggerà il suo 165° anniversario l’anno prossimo.

In seconda posizione troviamo un altro brand francese, Hermes, fondato da Thierry Hermès il 1° giugno 1938 a Parigi. Il valore del suo marchio è aumentato del 17% rispetto all’anno scorso, arrivando a quota 15,3 miliardi di dollari. Al terzo posto l’italiana Gucci (14,9 miliardi di dollari, +18%), fondata nel 1921 da Guccio Gucci, che aprì un’azienda di pelletteria nella sua natia Firenze. Oggi il marchio, guidato dal ceo Marco Bizzarri, fa parte del colosso della moda Kering, controllato dal miliardario francese Francois Pinault.

Quarto posto per Cartier, il brand che da oltre un secolo vende gioielli ai reali europei. La società guidata da Stanislas de Quercize, e parte del gruppo Richemont, conta circa 300 boutique in tutto il mondo. Nuovi negozi sono stati aperti lo scorso anno in Australia, Cina, Thailandia e Turchia. Nonostante il calo dello scorso anno del 20% dei profitti, il brand ha aumentato il suo valore del 14%, toccando quota 10,6 miliardi di dollari.

Quinta posizione per Rolex, il marchio più famoso degli orologi da polso di lusso, con un valore di 9,3 miliardi di dollari (+7%). La società – che ha creato il primo orologio impermeabile al mondo nel 1926 – ha sede a Ginevra, in Svizzera, ma conta 4.000 orologiai in più di 100 Paesi, con una produzione di 800mila orologi all’anno. Rolex ha inoltre una presenza importante nel mondo dello sport – dal golf al tennis, dai motori alla nautica – e sponsorizzazioni con alcuni degli atleti più famosi del mondo come Tiger Woods, Phil Mickelson e Roger Federer.

In sesta e ultima posizione Chanel, società di proprietà di Alain e Gerard Wertheimer (nipoti di Pierre Wertheimer, che è stato uno dei primi soci in affari di Coco Chanel). Il marchio, che ha un valore di 8 miliardi di dollari (+10%) è celebrato in tutto il mondo, tra le altre cose, per il suo “tubino nero” e l’iconico profumo Chanel N. 5. Chanel è anche il marchio più desiderato tra i consumatori cinesi di lusso, tanto che l’anno scorso la Cina è diventata il secondo più grande mercato per il business dell’azienda, dopo gli Stati Uniti.