I 12 segreti dei thought leader che puoi applicare alla tua attività

Forbes.it
Share

Tony Robbins, uno dei più famosi coach degli Stati Uniti durante uno dei suoi speech.

 

Come fanno alcuni consulenti a guadagnare milioni di dollari l’anno? Perché alcuni speaker riescono a farsi pagare 25mila dollari per ogni loro partecipazione a un evento e perché i libri di alcuni autori diventano automaticamente dei best seller?

Se lo chiede Kevin Kruse su Forbes.com, spiegando di aver vissuto esperienze fallimentari in tutti questi campi fino a tre anni fa, quando è riuscito a intraprendere una svolta.

Cosa è cambiato nello specifico?
Kruse spiega di essersi immerso completamente nei metodi di grandi autori, speaker, consulenti e coach. Spendendo migliaia di dollari per imparare da guru come Jeff Walker, Brendon Burchard e Russell Brunson. Analizzando e mappando i prodotti e i servizi offerti da coach come Tony Robbins, Jack Canfield, e Brian Tracy. Iscrivendosi a numerosi gruppi Facebook dedicati alla scrittura persuasiva e registrando e trascrivendo i discorsi dei thought leader da numerosi webinar, video e workshop.

Kruse ha così scoperto che tutti i thought leader più abili nel vendere la loro expertise mettono in pratica 12 regole, che ciascuno può applicare anche alla propria attività. Eccole riassunte di seguito:

Leggono le menti
Si rivolgono a una audience molto specifica e cercano di concentrarsi sulle loro paure e i loro piaceri: le due leve che guidano l’azione.

Si posizionano come l’unica scelta possibile
I thought leader di successo creano un personal brand in modo da apparire come gli unici a fare ciò che fanno, non i migliori.

Incarnano storie di successi che partono da zero
I thought leader di successo sanno che non si devono porre su un piedistallo, perché tutti vogliono lavorare con esperti e con persone di successo, ma anche con persone che ci assomigliano. Questo ci dà fiducia, perché siamo portati a pensare: “Se l’ha fatto lui posso farlo anche io”.

Offrono sia speranza che aiuto
I thought leader di successo sanno che esiste un gap tra le conoscenze e mettere in pratica tali conoscenze. Perché tutti sanno come perdere peso o risparmiare denaro, ma ciò non significa che tutti riescano a farlo. Le persone devono essere spronate a livello emozionale per passare all’azione.

Sono accessibili
Almeno all’inizio i thought leader di successo entrano in contatto con i loro seguaci. Rispondono alle loro email, si soffermano alla conclusione degli eventi per rispondere alle loro domande.

Non vedono competizione
I thought leader di successo sanno che il vero pericolo è l’anonimato, non la presenza di altri esperti. I top guru si sentono parte di un club: fanno endorsement dei loro libri a vicenda e fanno promozione incrociata. Chi sono i competitor nel tuo campo e come potresti collaborare con loro?

Pubblicano newsletter e contenuti sui social network in maniera regolare
I thought leader di successo cercano di catturare l’attenzione giornalmente in via principale attraverso le loro newsletter e sempre più tramite contenuti veloci come brevi video di un minuto, checklist e ebook. Ogni quanto i tuoi clienti hanno tue notizie?

Scrivono libri
I thought leader di successo sanno che la radice della parola autorità viene dalla parola autore. E poche cose attraggono l’attenzione quanto il lancio di un libro. Sarà questo finalmente l’anno in cui tu darai alle stampe il tuo libro?

Costruiscono un ventaglio di soluzioni
I thought leader non sviluppano solo uno o due prodotti e servizi, ma un’intera scala di soluzioni, a partire da quelle gratuite fino a quelle a pagamento. Chiediti come puoi impacchettare in maniera nuova la tua expertise in vari livelli di servizio.

I loro speech emozionano
I thought leader di successo sanno che uno speech tenuto in maniera magistrale li porterà a ottenere ulteriori successive opportunità. I migliori speaker non vendono mai dal palco. Non hanno bisogno di farlo. Raccontano storie che emozionano le persone. Quando fai una presentazione davanti a un pubblico, quanti ridono, quanti applaudono e quanti accorrono sotto al palco quando hai finito?

Usano la scienza della persuasione
I thought leader sanno che, sia che si tratti di scegliere un presidente, un consulente o una nuova auto, le persone comprano per motivi legati alle emozioni e giustificano l’acquisto con motivi razionali. Le caratteristiche e i benefici di un prodotto non sono abbastanza. Al fine di indurre le persone ad agire occorre un linguaggio specificio. Chiediti se il tuo materiale di marketing è adatto a sollecitare le leve emozionali.

Non hanno paura di condividere le loro conoscenze gratuitamente
Perché i thought leader di successo condividono gratuitamente i loro contenuti di maggior valore? Sanno che la conoscenza è una commodity e che se ne può trovare in quantità infinita da Google. Ma sanno che le persone sono pronte a pagare migliaia di dollari per una sessione di coaching solo per avere accesso a loro. Per fargli domande, avere un loro parere su un tema. Perciò non preoccuparti della tua “proprietà intellettuale”.

Share