Seguici su
Strategia 1 ottobre, 2018 @ 2:48

5 ragioni per cui potresti perdere credibilità sul lavoro

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
Forbes Italia è l'edizione italiana del magazine più famoso al mondo su classifiche, cultura economica, leadership imprenditoriale, innovazione e lifestyle. chiudi

Ashira Prossack per Forbes.com

Alcuni piccoli comportamenti sul posto di lavoro potrebbero costare la tua reputazione. Se sei consapevole del tuo comportamento e delle tue azioni, puoi però controllare come vieni percepito. Diamo un’occhiata a cinque comportamenti innocui all’apparenza, ma che hanno un grande impatto sulla tua credibilità.

Cercare di essere perfetto
Nessuno è perfetto, punto. La perfezione è impossibile. Troppo spesso le persone si mettono in situazioni che potrebbero essere facilmente evitate. La perfezione spesso impedisce alle persone di fare domande e quindi porta a errori completamente evitabili. Accetta l’aiuto degli altri e chiedi aiuto quando ne hai bisogno. Questo non ti fa sembrare debole o incompetente, anzi ti fa sembrare più forte. Dimostra che sei un uno che sa giocare di squadra e sei consapevole dei tuoi limiti. Se non sai come fare qualcosa o hai bisogno di ulteriori chiarimenti, domanda. È molto meglio chiedere aiuto e fare quindi la cosa giusta, piuttosto che rimanere in silenzio e fare qualcosa di sbagliato.

Non assumere la responsabilità dei tuoi errori
Ognuno commette degli errori prima o poi, e va bene. Ciò che è sbagliato è quando si tenta di spostare la colpa e incolpare qualcun altro del tuo sbaglio. Giocare a scaricare la colpa non danneggia solo la tua credibilità e affidabilità. Danneggia la tua reputazione ed è estremamente difficile ricostruire la fiducia quando si rompe in questo modo. Dovresti invece essere all’altezza dei tuoi errori. Ammetti ciò che hai fatto e offri suggerimenti su come porvi rimedio. Il tuo capo apprezzerà l’onestà, e se lavori in un gruppo, lo faranno anche i tuoi colleghi del team. Il modo migliore di superare un errore è trovare il modo più rapido per lasciarlo alle spalle, trovando una soluzione, non nasconderlo.

Fare promesse ma non mantenerle
Se ti impegni a fare qualcosa, assicurati di farlo. Se ti trovi vicino a una scadenza che hai promesso e sai che non sarai in grado di soddisfarla, parla con chiunque sia responsabile del progetto. Spiega la tua situazione e chiedi aiuto o se è possibile un’estensione delle tempistiche. È meglio chiedere in anticipo, piuttosto che all’ultimo minuto o per nulla. Siate pronti a rispondere alla domanda sul perché non siete in grado di rispettare la scadenza che avete promesso. Se è a causa della scarsa preparazione o della mancanza di lavoro da parte tua, sii pronto a non ricevere ulteriore aiuto. Se è a causa di fattori che sfuggono al tuo controllo, il tuo capo sarà molto più disposto a fornirti risorse extra o tempo per garantire che il progetto sia completato in tempo.

Lamentarsi eccessivamente
Non c’è niente di sbagliato nel parlare delle tue frustrazioni sul lavoro occasionalmente – ma tieni conto di quanto lo stai facendo e con chi ti stai lamentando. Non vorrai certo diventare popolare come la persona che trova difetti in tutto. Lascia il tuo sfogo ai tuoi amici al di fuori del lavoro, o scrivi in un diario per sfogarti. Una cosa da non fare mai: spifferare riguardo alla società o del tuo capo ai tuoi colleghi. È probabile che quello che hai detto si saprà in giro, non importa quanta confidenzialità sia stata promessa. Questo non vuol dire che non dovresti mai lamentarti, solo essere più consapevole quando lo fai. Usa una procedura in tre fasi per decidere se ne vale la pena. Per prima cosa, fai un respiro e fermati per un momento. È facile avere una reazione istintiva, specialmente quando sei arrabbiato. Secondo, pensa al motivo per cui ti lamenti. È un problema legittimo o solo qualcosa che ti infastidisce? Se si tratta di quest’ultimo, allora probabilmente non ne vale la pena. In terzo luogo, se si decide di accusare qualcosa, capire come inquadrarla in modo costruttivo. Pensa “Il comportamento di questa persona è dirompente per il team.” Vs “Questa persona è davvero odiosa!”.

Essere scontroso
Ognuno ha giorni in cui è di cattivo umore, demotivato e nei quali si preferirebbe essere in qualsiasi altro posto che al lavoro. Va bene quando succede occasionalmente, ma non tutti i giorni. Non solo è poco professionale, ma è anche sfiancante per chi ti sta intorno. Le emozioni sono contagiose e la negatività può diffondersi rapidamente. Il tuo umore influisce anche sulla qualità del tuo lavoro e su come ti senti. Se contribuisci a un progetto e lavori, ma il tuo umore è cupo, il lavoro che hai svolto potrebbe non essere riconosciuto pienamente. Essere in uno stato d’animo positivo ti aiuterà a essere più produttivo, il che a sua volta può migliorare il tuo umore. È una situazione vantaggiosa per tutti. Il luogo di lavoro potrebbe non essere il posto più divertente dove stare, ma devi farlo al meglio.

Non preoccuparti se esibisci alcuni di questi comportamenti occasionalmente. È quando il comportamento diventa persistente che è dannoso per la tua reputazione. Più sei consapevole delle tue azioni, meno è probabile che tu cada in modelli di comportamento negativi. Una volta capito sarà più facile cambiare le tue azioni.