Francesca Bellettini è Alumna Bocconi del 2018

Francesca Bellettini, presidente e ceo di Yves Saint Laurent. (Courtesy Bocconi)
Share
Francesca Bellettini, presidente e ceo di Yves Saint Laurent. (Courtesy Bocconi)

Francesca Bellettini, presidente e ceo di Yves Saint Laurent, è stata nominata Alumna Bocconi dell’anno 2018. Il riconoscimento assegnato dalla Bocconi Alumni Community, e che premia un alumnus che si sia distinto per adesione ai valori bocconiani di professionalità, intraprendenza, integrità, responsabilità e apertura al pluralismo, va alla manager che si è laureata in economia aziendale alla Bocconi nel 1994. “E’ un onore e un’ulteriore occasione per ringraziare l’Università Bocconi per l’impeccabile formazione che ha certamente contribuito al raggiungimento di ambiziosi traguardi professionali”, ha commentato.

Dopo la laurea Francesca fa il suo esordio professionale nell’investment banking londinese, per Goldman Sachs International e poi Deutsche Morgan Grenfell, dove supporta operazioni per case di moda di lusso e si dedica alla finanza straordinaria e, in particolare, alle fusioni di aziende. Nel 1999 entra nel settore della moda, nel Gruppo Prada, a cui segue poi l’esperienza presso Helmut Lang come Operations manager. L’arrivo al Gruppo Kering è del 2003, dove assume prima il ruolo di Strategic planning director e associate worldwide merchandising director per Gucci e poi di Worldwide merchandising director per Bottega Veneta. Nel settembre 2013 viene nominata Chief executive officer di Saint Laurent. Attualmente è presidente e ceo della Maison e fa parte del Comitato esecutivo di Kering.

“Un percorso professionale molto interessante e speciale, dettato dalla passione per il suo lavoro e accompagnato sempre dalla condivisione dei valori bocconiani, con il giusto equilibrio tra analiticità ed estro, razionalità e creatività”, ha commentato Riccardo Monti, presidente della Bocconi Alumni Community. “Francesca ha accettato la sfida di guidare Saint Laurent con coraggio e dedizione e ha avviato un processo di profondo rinnovamento e ridefinizione, riuscendo nello stesso tempo a mantenere immutati il DNA del brand e il suo stile iconico e anticonformista”.

“Le parole della stessa Francesca – ‘Modernità è lasciare alla creatività la libertà di esprimersi’ – ben riflettono il suo pensiero manageriale e la sua personalità: creatività al centro del processo strategico, libertà di espressione, lavoro di squadra in un contesto internazionale e multicultur ale, fiducia nelle persone, propensione al cambiamento, passione senza compromessi. Una formula rivelatasi vincente per Saint Laurent che, negli anni successivi all’arrivo di Francesca, ha registrato una crescita annua del 20%”.

Il titolo di Alumnus Bocconi dell’Anno è stato assegnato per la prima volta nel 1988.

Questi i premiati del passato:

Luca de Meo, 2017
Stefano Sassi, 2016
Giuseppe Sala, 2015
Federico Marchetti, 2014
Joerg Asmussen, 2013
Giovanni Ciserani, 2012
Fabrizio Saccomanni, 2011
Diego Piacentini e Laura Cioli, 2010
Nouriel Roubini e Giovanni Castellucci, 2009
Alberto Cribiore e Gaetano Micciché, 2008
Paolo Cuccia, 2007
Enrico Cucchiani, 2006
Vittorio Grilli, 2005
Claudio Costamagna, 2004
Vittorio Colao, 2003
Paolo Scaroni, 2002
Marco Drago, 2001
Corrado Passera, 2000
Renato Soru, 1999
Emma Bonino, 1998
Alessandro Profumo, 1997
Emma Marcegaglia, 1996
Isabella Ventura, 1995
Carlo Scognamiglio, 1994
Marco Tronchetti Provera, 1993
Giovanni Giudici, 1992
Lucio Stanca, 1991
Jody Vender, 1990
Tommaso Padoa-Schioppa, 1989
Giordano Zucchi, 1988
Roberto Mazzotta, 1987

Share