Seguici su
Business 3 febbraio, 2019 @ 12:58

Il giorno del Super Bowl: l’evento sportivo più ricco del mondo

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
Forbes Italia è l'edizione italiana del magazine più famoso al mondo su classifiche, cultura economica, leadership imprenditoriale, innovazione e lifestyle. chiudi

Ogni anno, dal 1967, l’ultima domenica di gennaio o la prima di febbraio milioni di americani rimangono incollati davanti agli schermi televisivi per assistere alla finale del campionato della National Football League, la lega professionistica di football americano. E’ l’evento sportivo più atteso degli Stati Uniti e anche quello che muove il maggior indotto economico al mondo: il Super Bowl, che quest’anno andrà in scena al Mercedes-Benz Stadium di Atlanta nella notte italiana tra domenica 3 e lunedì 4 febbraio

Un evento di portata planetaria (con un discreto seguito anche in Italia), che giunto ormai alla sua 53esima edizione sarà trasmesso dall’emittente americana CBS. A disputare la gara saranno i Los Angeles Rams e i New England Patriots.

Secondo Forbes, la finale dell’NFL è l’evento più ricco al mondo, davanti ai Giochi Olimpici estivi, quelli invernali e alla Coppa del Mondo di calcio. Anche perché la lega di football americano è la più ricca: ogni squadra vale in media 2,57 miliardi di dollari, con ricavi operativi medi di oltre 100 milioni di dollari per ciascuna franchigia. I Dallas Cowboys, ad esempio, secondo Forbes valgono 5 miliardi di dollari e hanno avuto ricavi operativi per 864 milioni: i New England Patriots, secondi in classifica, valgono 3,8 miliardi, con ricavi per 593 milioni di dollari. Anche perché i diritti tv complessivi valgono oltre 5 miliardi di dollari.

Con il Super Bowl l’economia del football tocca il suo momento culminante. Negli ultimi anni l’evento è diventato anche una complessa e costosa operazione di marketing: visto che l’audience è di 110 milioni di spettatori negli Usa e altri 50 milioni nel resto del mondo, la corsa ad accaparrarsi gli spot è diventata una lotta al rialzo. Per l’edizione 2018, 30” di pubblicità sono costati poco più di 5 milioni di dollari, quasi raddoppiati rispetto ai 2,7 milioni del 2008. Si stima che tra pre-partita, match e post-partita i ricavi possano ruotare attorno ai 500 milioni di dollari.

Anche grazie al richiamo dell’intervallo del match, durante il quale tutti gli anni si esibiscono alcuni degli artisti di maggior successo negli Stati Uniti: questa volta toccherà al gruppo dei Maroon Five, alla star della trap statunitense Travis Scott e a BigBoi del duo Hip hop degli OutKast.

Oltre alla festa dello sport che andrà in scena sul campo, anche nelle case di molte famiglie americane si vivrà il clima delle grandi occasioni: secondo i numeri del Dipartimento dell’Agricoltura, negli Stati Uniti si mangia di più solamente per la festa del Ringraziamento: 1,35 miliardi di alette di pollo, 12,5 milioni di pizze, ma anche una quantità industriale di birre (qualcuno parla di 325 milioni di galloni).

 

 

 

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!