Seguici su
BFC - 100% Business News
Strategia 14 febbraio, 2019 @ 11:59

I soldi non fanno la felicità, uno studio di Harvard spiega perché

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
Forbes Italia è l'edizione italiana del magazine più famoso al mondo su classifiche, cultura economica, leadership imprenditoriale, innovazione e lifestyle. chiudi
un uomo felice corre in riva al mare
(Shutterstock.com)

L’antico adagio che i soldi non fanno la felicità potrebbe essere da oggi ancora più vero. Secondo un nuovo studio, Time fo Happiness, pubblicato questa settimana dalla rivista Harvard Business Review, sembra infatti confermare che, invece di spendere tempo nella ricerca di denaro, le persone che trovano la felicità spendono soldi per guadagnare tempo.

Lo studio, condotto da Ashley Whillans, ha analizzato un gruppo di 100.000 lavoratori adulti. Coloro che erano disposti a rinunciare a guadagnare più soldi in favore di maggior tempo libero sperimentavano “relazioni sociali migliori, carriere più soddisfacenti e più gioia”, e in generale riportavano tassi più alti di soddisfazione.

“Con i miei colleghi”, racconta Whillans nel lungo articolo, “abbiamo condotto una ricerca tra i lavoratori adulti in tutto il mondo. Abbiamo rilevato che le persone che sono disposte a rinunciare ai soldi per guadagnare più tempo libero – ad esempio lavorando meno ore o pagando per esternalizzare compiti non graditi – sperimentano relazioni sociali più soddisfacenti, carriere più soddisfacenti e più gioia e, complessivamente, vite più felici”.

Ciò non significa che seguire il consiglio sia facile. Come riconosce Whillans, ci sono molte ragioni che spiegano l’errore nel ricercare la ricchezza. Per esempio, diversi pregiudizi cognitivi fanno sembrare il denaro una scelta più attraente del tempo – “gli americani, ad esempio, pensano che essere occupati sia sintomo di uno status più elevato”, dice. Ed è anche vero che la vita moderna è costosa – il costo degli alloggi, dell’educazione e dell’assistenza sanitaria continua ad aumentare.

Come essere felici: i consigli per risparmiare tempo e vivere bene

Come fare quindi? Whillan consiglia alcune azioni quotidiane nelle varie sfere della vita che possono aiutare a cambiare mentalità.

1. Attività personali

Pianifica il tuo week end. Per evitare di sprecare la maggior parte del tempo libero, è bene pianificarlo.

Sii più attivo. Le attività personali come il volontariato, la socializzazione e l’esercizio fisico possono avere un effetto positivo sulle persone.

Dedica più tempo a mangiare. Maggiore soddisfazione e quindi minore stress deriva dall’assaporare e godersi il cibo.

Incontra nuove persone e aiuta gli altri. Anche se avviare una conversazione con qualcuno che non conosci è difficile, le interazioni sociali casuali con gli estranei aumentano in modo significativo la felicità.

Dedica più tempo a provare stupore. È un’emozione positiva che proviamo quando incontriamo qualcosa di vasto ed espansivo, come una vista panoramica sull’Oceano Pacifico. Può aumentare il senso di benessere.

Dedica più tempo per le vacanze. Sembra ovvio, ma in America, in particolare, i giorni di vacanza sono sottoutilizzati. Ma le ricerche iniziali hanno dimostrato che i dipendenti che hanno trascorso più giorni di ferie hanno riportato una maggiore soddisfazione della vita.

2. Come “comprare” del tempo

Esternalizza le tue faccende. Spendere soldi per servizi che fanno risparmiare tempo – come lo shopping, la pulizia e il bucato – può ridurre lo stress e aumentare la felicità, anche per le persone a basso reddito.

Capisci cosa vuoi davvero. Concentrati sulla esternalizzazione delle attività che ritieni più spiacevoli. In questo modo, puoi dedicare più minuti alla parte che ti piace di ogni attività quotidiana.

Fai meno confronti negli acquisti. La quantità di tempo necessaria per trovare il prezzo migliore è spesso più preziosa di qualsiasi risparmio guadagnato. Fai in modo che il prezzo non sia l’unica considerazione per una scelta o un acquisto. Va bene spendere anche poco di più per più tempo.

Aumenta la qualità del tuo tempo libero. Una volta che hai esternalizzato le faccende, dedica il tuo nuovo tempo libero alle cose che ti rendono più felice, come le attività con i tuoi amici e i familiari. Non passare tutto il tempo sul divano.

3. Attività a lavoro

Risparmia sui tempi di spostamento. Prendi in considerazione di prendere il trasporto pubblico o un Uber per lavorare una volta alla settimana. Invece di stare seduti nel traffico, puoi impiegare il tempo nella lettura. Anche un’ora alla settimana si somma in modo significativo nell’arco di un anno.

Chiedi di posticipare una scadenza. I dipendenti – le donne in particolare – temono che se chiedono più tempo, saranno considerati meno competenti e motivati, anche se i nostri dati suggeriscono che non è sempre così. Quando i dipendenti si sentivano sotto pressione, ma non riuscivano a chiedere più tempo, finivano per sottoporre un lavoro scarso, sentirsi insoddisfatti e deludere i loro capi. Questi risultati suggeriscono che dovresti chiedere più tempo se ne hai bisogno quando le tue scadenze più lunghe.

Impara a dire di no, ma non usare la mancanza di tempo come scusa. Potrebbe essere allettante iniziare a rifiutare le richieste sul lavoro (e sulla vita) come strategia per combattere la pressione del tempo. Potrebbe essere ancora più allettante rifiutare dicendo agli altri che sei troppo occupato. Sempre non sia una scusa. Se davvero non hai tempo, cerca di chiarire che la ragione è qualcosa al di fuori dal tuo controllo, come obblighi familiari o viaggi imprevisti.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!