Seguici su
Investimenti 13 marzo, 2019 @ 11:12

Juventus il giorno dopo il Ronaldo show. Vale davvero il 30% in più?

di Dario Donato

Giornalista e conduttore televisivo.Leggi di più dell'autore
Conduttore televisivo, inviato e redattore di servizi e speciali per tg a Mediaset PremiumSportHD. Dall'agosto 2017 conduce Serie A Live e Domenica Premium, trasmissioni legate agli anticipi e posticipi di Serie A in onda su Mediaset PremiumSportHD. Ha lavorato per dieci anni nel giornalismo economico come conduttore televisivo a Class CNBC. chiudi
Cristiano Ronaldo mentre esulta per la vittoria della Juventus contro l’Atletico Madrid all’Allianz Stadium, 12 marzo 2019. (Tullio M. Puglia/Getty Images)

(notizia aggiornata alle ore 17.45 di mercoledì 13 marzo)

Il giorno dopo il passaggio ai quarti di finale di Champions con una vittoria strameritata, per la Juventus è il momento di aggiornare i valori economici. Il passaggio del turno ha garantito 10,5 milioni di euro solo per i premi Uefa.

Questa mattina il titolo in Borsa è stato sospeso per eccesso di rialzo con un +30% teorico arrivando a segnare 1,58 euro con un gap enorme rispetto alla chiusura di ieri sera a -2,7%. In un’ora erano già stati scambiati oltre 50 milioni di titoli, oltre il doppio della media giornaliera. Con il +20% segnato in apertura la società ha guadagnato oltre 200 milioni di euro di capitalizzazione. Un balzo enorme che comunque, va detto, è in continua evoluzione nel momento in cui stiamo scrivendo (il titolo ha chiuso la seduta di oggi 13 marzo con un rialzo del 17,42% a 1,436 euro).

LEGGI ANCHE: Perché è giusto che Cristiano Ronaldo guadagni molto più di un operaio

Sulla volatilità dei titoli calcistici in base ai risultati in molti si sono espressi in maniera dubbiosa in questi anni, ma l’excursus in Borsa di questa mattina è comunque clamoroso perché porta il titolo a guadagnare circa il 35% da inizio 2019 (+50% a fine gennaio), contro un +13% dell’indice FTSE Mib di cui fa parte. La performance nel solo 2018 si era chiusa con un +39% dopo aver toccato punte a +130%. Sostanzialmente dall’arrivo di Cristiano Ronaldo la capitalizzazione societaria è passata da circa 600 milioni a oltre 1,2 miliardi come si vede dal grafico luglio-marzo.

(grafico FinecoBank)

Insomma, nel giro di poche ore la vittoria sul campo si è traslata in Borsa, dove il titolo bianconero ha ampiamente recuperato le perdite accumulate dopo la sconfitta per 2-0 dell’andata al Wanda Metropolitano. Con il passaggio ai quarti, ai 10,5 milioni di euro di premi Uefa si aggiungerà la quota di Market Pool destinata alle squadre di ogni paese che proseguono nella competizione, cui aggiungere l’incasso da biglietti all’Allianz Stadium di almeno un’altra partita in casa. Per inciso, ieri sera con il tutto esaurito, l’incasso è stato da record: 5,5 milioni di euro.

LEGGI ANCHE: Juventus – Atletico Madrid, fischia l’arbitro più ricco del mondo

Nella semestrale presentata qualche settimana fa i proventi da Champions già contabilizzati erano fissati a 69 milioni di euro, cui aggiungere oggi anche i dati legati agli ottavi ormai superati. La proiezione valica gli 80 milioni. Tra l’altro, nel meccanismo variabile del market pool, va segnalato che l’uscita dalla competizione della Roma attribuirà maggiori bonus proprio alla squadra di Andrea Agnelli. Per i bianconeri la corsa in Champions continua, quella in Borsa, al momento, pure.

Vuoi ricevere la newsletter di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla newsletter!