Seguici su
Tecnologia 17 Luglio, 2019 @ 12:40

Due italiani nella cover story di Forbes Usa: sarà loro la prossima startup miliardaria?

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi
Augusto Marietti (a sinistra) e Marco Palladino, co-fondatori di Kong.

L’edizione internazionale di Forbes ha pubblicato la quinta edizione della Netx Billion-Dollar Startups, una lista di 25 possibili startup che potrebbero diventare unicorni, cioè società non quotate che superano il miliardo di dollari di valutazione. Grazie all’aiuto di TrueBridge Capital Partners, sono state analizzate oltre 150 startup che hanno attività negli Usa per scovare gli “unicorni in erba”. Tra di loro, oltre al servizio di food delivery DoorDash, alla società di real estate Opendoor, al brand di valigie Away e all’azienda di biotech Ginkgo Bioworks, ce n’è anche una, Kong, fondata da due italiani: Augusto Marietti e Marco Palladino.

I due, rispettivamente di 31 e 30 anni, hanno lanciato l’azienda in un garage a Milano, dove hanno entrambi frequentato l’università. In seguito hanno costantemente viaggiato avanti e indietro dalla Silicon Valley per raccogliere fondi. “In quel periodo, avevamo a malapena soldi per mangiare”, dice Augusto che è anche ceo dell’azienda. “Abbiamo sicuramente perso qualche chilo all’inizio”. Ora con sede a San Francisco, Kong – che ha raccolto in totale $ 71 milioni e ha chiuso il 2018 a circa $ 5 milioni di ricavi – ha penetrato con successo il mercato enterprise, con oltre 130 clienti tra cui SoulCycle, Yahoo Japan e WeWork. Kong è essenzialmente un software che permette di proteggere e mettere in sicurezza le API (Application Programming Interface), tecnologia che permette a un server di comunicare con un altro server.

Tra gli investitori può contare sull’appoggio di mostri sacri del venture capital come Andreessen Horowitz, CRV, Index Ventures e New Enterprise Associates. Nell’ultimo round di investimento di marzo ha raccolto $ 43 milioni che permetteranno alla startup di continuare lo sviluppo del prodotto, oltre a espandersi in Asia e in Europa.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!