Seguici su
Leader 27 Settembre, 2019 @ 10:41

Billy Berlusconi apre la fabbrica degli Avatar

di Gabriele Di Matteo

Staff

Leggi di più dell'autore
chiudi
Billy Berlusconi, ceo di Igoodi
Billy Berlusconi, ceo di Igoodi (Courtesy Igoodi)

Per ora, il modello di business non è focalizzato alla perfezione, ma l’idea è visibile a tutti sotto forma di grande uovo, una capsula digitale di metallo, in cui gli utenti possono entrare e realizzare la scansione del corpo per uscire e ricevere -attraverso un’app dedicata- il proprio Aavatar con una risoluzione interessante. Lo show room si trova in Via Negri a Milano, storica sede de Il Giornale e simboleggia una trasformazione quasi inevitabile del fare business dalla carta al digitale da parte di una famiglia che in Italia simboleggia televisione ed editoria, quella dei Berlusconi. La prima factory italiana di Avatar, IGOODI, infatti viene fondata da Billy Berlusconi, figlio di Paolo e nipote del tycoon Silvio che da quattro anni accarezza il progetto di una fabbrica di Avatar da inserire nella digital life. L’offerta è alle aziende, al mercato digitale, ma quali sono i settori interessati a questa tecnologia che abbiniamo spesso a situazioni ludiche? Nel settore sanitario, e in particolare nel campo ortopedico, l’avatar e la scansione del corpo rendono possibile la stampa di tutori 3D perfettamente coerenti con le misure fisiche del paziente. In dermatologia invece si generano importanti possibilità diagnostiche, ad esempio per la mappatura dei nei. In tema di riabilitazione motoria, mostrare al paziente un altro “se stesso digitale” compiere correttamente un determinato movimento può stimolare positivamente i suoi neuroni specchio facilitando così il cervello nell’apprendimento del movimento stesso. La wellness è un altro ampio capitolo delle possibili applicazioni misurare i progressi del proprio corpo-Avatar durante un allemento. Poi c’è il ricco settore della moda la possibilità offerta alle persone di indossare abiti e scarpe “Si possono fare casting prima delle sfilate con una spesa infinitamente inferiore a quella dei mezzi tradizionali” sottolinea Billy Berlusconi che però evita di offrire alcuna idea sulla spesa che le aziende dovranno sostenere per accedere al servizio. Cresciuto con Playstation e Xbox il giovane imprenditore tradendo in qualche modo la tradizione di famiglia ha indossato al maglia di Leo Messi e si scatenato nelle accelerazioni del suo Barecellona. Le partenership spaziano dal Politecnico di Milano all’ Università degli Studi di Verona, e poi via via tutte le aziende che vorranno entrare in gioco.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!