Seguici su
Business 30 Settembre, 2019 @ 4:26

La nuova fotografia dei super ricchi nel mondo

di Daniel Settembre

Staff writer, Forbes.it

Coordinatore di Forbes ItaliaLeggi di più dell'autore
chiudi
Young man looking out at city skyline. Composite image.

Non ci sono più i super ricchi di una volta. La settima edizione del World Ultra Wealth Report della società di ricerca Wealth-X, che analizza lo stato della popolazione ultra ricca del mondo (con riferimento agli ultra high net worth, ovvero persone con un patrimonio netto di almeno 30 milioni di dollari) ha infatti mostrato una crescita per il 2018 di appena lo 0,8% a 265.490 persone. Si tratta di un rallentamento rispetto all’aumento di quasi il 13% registrato l’anno precedente.

Il patrimonio netto combinato della popolazione Uhnm è sceso per la prima volta in tre anni dell’1,7% a 32.300 miliardi di dollari, in parte a causa del negativo sentiment degli investitori e dei mercati azionari globali. Nonostante questi risultati, il report prevede una crescita robusta per la popolazione Uhnw, con un aumento previsto della popolazione a 353.550 individui, che possiedono una ricchezza complessiva combinata di 43.000 miliardi di dollari entro il 2023.

The World Ultra Wealth Report 2019

Il declino varia di regione in regione. Calo marginale nel Medio oriente – dove, di contro, c’è stata una forte crescita della popolazione ultra ricca -; calo decisivo del 7% in America Latina e nelle zone caraibiche. Il patrimonio netto in Asia è sceso a un ritmo più rapido rispetto al Nord America e all’Europa.

The World Ultra Wealth Report 2019
The World Ultra Wealth Report 2019

Nel 2018 il paese leader sono gli Stati Uniti che rappresentano una quota globale del 31% della popolazione ultra ricca. Una cifra ben superiore al 9% della Cina, al secondo posto, e al 7% del Giappone, al terzo posto. Più nel dettaglio, le prime 10 città rappresentano il 18,9% della popolazione ultra ricca mondiale. Una modesta crescita è stata sufficiente a New York per riconquistare il primo posto e superare Hong Kong, dove gli ultra ricchi sono stati colpiti dal crollo dei titoli asiatici e da un rallentamento dell’economia cinese. Nonostante tutto, la città asiatica, con valore di circa 1.364 per ogni milione di adulti, è quella con la più alta densità di ultra ricchi.

Oltre ad analizzare la ricchezza, il report individua anche le caratteristiche comuni alla fascia di popolazione ultra ricca. La filantropia è l’interesse più comune, con il 36% impegnato in cause benevole. I livelli di donazione filantropica sono aumentati nell’ultimo decennio, incoraggiati da iniziative di alto profilo come il Giving Pledge, una gamma crescente di canali e veicoli per l’attività filantropica e una percezione pubblica diffusa di crescente disuguaglianza di ricchezza. Lo sport è l’altra passione prevalente tra almeno un terzo degli ultra ricchi, sia che si tratti di una ricerca attiva del tempo libero, un mezzo di rilassamento o una grande opportunità di investimento, data la rapida crescita globale dei diritti dei media sportivi. Poco più di un quinto degli individui uhnw ha un vivo interesse per il settore immobiliare, sia per motivi emotivi (stile, posizione, design degli interni), scopi pratici di vita o come componente importante del loro portafoglio di attività.

The World Ultra Wealth Report 2019

Ci sono, inoltre, chiare variazioni negli interessi, nella ricchezza e nei tratti in base alle fasce d’età. Con meno di 35mila individui (il 13% di tutti gli ultra ricchi), quelli con meno di 50 anni rappresentano di gran lunga la fascia di età più piccola – la prova che accumulare un tale livello di ricchezza richiede molto tempo. Oltre i due terzi degli under 50 sono fatti da sé. L’ereditarietà svolge un ruolo leggermente maggiore nella fonte della loro ricchezza, sebbene sia ancora bassa all’11,3% della popolazione.

Il gruppo di individui ultra facoltosi dai 50 ai 70 anni ammonta a quasi 149mila persone, rendendola la più grande delle fasce di età (compresa la ricchezza totale). Le grandi dimensioni di questo gruppo significano che questi individui sono più simili in termini di caratteristiche della popolazione ultra ricca in generale. Il secondo più grande gruppo in termini di numero di individui è quello degli ultra ricchi di età pari o superiore a 70 anni, che hanno anche la più alta ricchezza media: 155 milioni di dollari a persona. Delle tre fasce di età, questo gruppo ha la percentuale più bassa di attività nelle partecipazioni private e la più alta nelle attività liquide, riflettendo un passaggio dall’impresa privata in questa fase della vita a favore della riduzione delle attività.

Concludendo il quadro, infine, il numero di donne ultra ricche è aumentato a quasi 39mila, equivalente a una quota record del 14,6%. Tra le persone uhnw di età inferiore ai 50 anni, le donne rappresentano quasi una su cinque della popolazione complessiva. La percentuale di milionari ultra ricchi self-made con età inferiore ai 50 è del 63,9%.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!