Seguici su
Leader 18 Novembre, 2019 @ 11:04

Chi è Lakshmi Mittal, il miliardario a capo di ArcelorMittal

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi

Il caso Ilva ha fagocitato le cronache economiche del nostro Paese: d’altronde si tratta di un crocevia per il futuro industriale dell’Italia. La questione è sicuramente destinata ad essere sviscerata e approfondita nelle prossime settimane, motivo per il quale potrebbe vale la pena conoscere meglio, grazie alle informazioni raccolte da Forbes.com, Lakshmi Mittal, il miliardario a capo del gruppo ArcelorMittal.

Chi è Lakshmi Mittal

Lakshmi Mittal ha 69 anni e ad oggi vanta un patrimonio di $11,6 miliardi: è la nona persona più ricca dell’India e ricopre la 91esima posizione nella classifica Forbes Billionaires. Il magnate svolge le cariche di ceo e presidente di ArcelorMittal, il più grande produttore di acciaio al mondo, ma fa anche parte del Consiglio di Amministrazione di Goldman Sachs dal 2008. Pur essendo un cittadino indiano, risiede a Londra, con sua moglie e due figli. Lakshmi Mittal ha studiato al St. Xavier’s College, un istituto privato situato a Calcutta. Proveniente da una famiglia già attiva nel settore dell’acciaio, ha poi deciso di mettersi in proprio per fondare Mittal Steel, società che nel 2006 si è unita alla francese Arcelor.

Il patrimonio di Lakshimi Mittal negli ultimi anni

Il patrimonio di Lakshmi Mittal ha avuto un picco nel Marzo del 2011, quando ha toccato i $31,1 miliardi. Da quel momento, la fortuna del ceo e presidente di ArcelorMittal ha cominciato a ridursi fino a toccare gli $8,4 miliardi nel 2016. Nel marzo 2017 il suo patrimonio era di $16,4 miliardi, nel 2018 di $18,5 miliardi e a inizio 2019 di $13,6 miliardi.

Le ultime attività di ArcelorMittal

ArcelorMittal nel 2018 ha registrato un utile netto di di $5,1 miliardi, ma ha avuto una perdita di $33 milioni nel primo semestre del 2019, dovuta al calo dei prezzi dell’acciaio. L’acquisizione di Ilva risale al novembre 2018, quando il gruppo indiano si era accordato con il governo italiano per una cifra di $2,1 miliardi. Nei prossimi mesi il gruppo industriale dovrebbe definire una nuova operazione da $6 miliardi, acquisendo l’azienda indiana Essar Steel.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!