Seguici su
Business 19 Febbraio, 2020 @ 1:08

Ferrero e Farinetti al top tra i manager del food con la migliore reputazione online

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi
Giovanni Ferrero
Giovanni Ferrero, executive chairman di Ferrero (Imagoeconomica)

Qual è la reputazione online dei dirigenti del settore Food in Italia? Secondo l’osservatorio di Reputation Science – che ogni mese analizza l’andamento della Web Reputation dei top manager delle principali aziende italiane – è Giovanni Ferrero, il numero uno del cluster food.

Secondo l’Osservatorio, a novembre l’executive chairman di Ferrero (con un punteggio di 45,93) sale sul gradino più alto per essersi posizionato primo tra gli italiani nella classifica dei miliardari di Bloomberg e grazie al successo dei Nutella Biscuits.

Al 2° posto troviamo Oscar Farinetti (44,82), fondatore di Eataly, che guadagna il podio grazie al lancio di Green Pea – un grande centro commerciale ecosostenibile che aprirà a Torino – e al passaggio delle cariche operative da Andrea Guerra a Nicola Farinetti.

Medaglia di bronzo per Bob Kunze-Concewitz (44,21) – ceo di Campari – che ha finalizzato l’acquisizione di Rotschild France Distribution, distributore francese di premium spirit, vini e champagne.

Al 4° posto troviamo Maura Latini (42,25) – ad di Coop Italia – che conquista la posizione grazie alla vincita del Premio “Donne made in Italy”, alle notizie relative al fatto che i prodotti a marchio valgono il 30% delle vendite a alla costante attenzione alla sostenibilità. Guido Barilla è al 5° posto (38,14), Antonio Ferraioli – Presidente e Amministratore Delegato di La Doria – al 6° (35,92). Chiude la classifica Marina Nissim (33,07), ceo di Bolton Group.

La reputazione online dei top manager del settore food in Italia:

  1. Giovanni Ferrero (Ferrero), punteggio: 45,93 (nuovo)
  2. Oscar Farinetti (Eataly), punteggio: 44,82 (+2,57)
  3. Bob Kunze-Concewitz (Campari), punteggio: 44,21 (+0,21)
  4. Maura Latini (Coop), punteggio: 42,25 (+2,75)
  5. Guido Barilla (Barilla), punteggio: 38,14 (-0,50)
  6. Antonio Ferraioli (La Doria), punteggio: 35,92 (-0,01)
  7. Marina Nissim (Bolton Group), punteggio: 33,07 (0,00)

Metodologia di analisi:
La graduatoria prende in esame i canali del Web 1.0 (news e menzioni), quelli sul Web 2.0 (blog, social network) e l’evoluzione storica, calcolando per ogni contenuto l’apporto reputazionale in termini sia quantitativi (volumi) che qualitativi (valori). Il periodo di analisi si riferisce a dicembre 2019 – gennaio 2020.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!