Disney, il ceo Bob Iger si dimette a sorpresa

Il ceo di Disney Bob Iger insieme Mickey Mouse mentre festeggiano al New York Stock Exchange, il 27 November 2017, il 60° anniversario della quotazione della società. (Drew Angerer/Getty Images)
Share
Il ceo di Disney Bob Iger mentre festeggia al New York Stock Exchange, il 27 novembre 2017, il 60° anniversario della quotazione della società. (Drew Angerer/Getty Images)

Ariel Shapiro per Forbes.com

Bob Iger, che ha guidato la Disney nella sua era più prospera, si è dimesso improvvisamente dal suo ruolo di ceo. Lo ha annunciato la stessa società dopo la chiusura del mercato di martedì. Sarà sostituito da Bob Chapek, presidente della divisione parchi, esperienze e prodotti, con effetto immediato.

  • Iger, che è stato ceo della Disney dal 2005, ha supervisionato l’acquisizione da parte della società di rivali come Pixar (2006), Lucasfilm (2012) e 21st Century Fox (2019).
  • L’annuncio arriva un anno prima del previsto, poiché Iger aveva precedentemente affermato che si sarebbe dimesso nel 2021.
  • In una chiamata con gli investitori, Iger ha dichiarato di aver deciso di effettuare la transizione ora in modo che Chapek potesse familiarizzare con le operazioni quotidiane dell’azienda.
  • Rimarrà come presidente esecutivo fino alla fine del suo contratto il 31 dicembre 2021. Chapek continuerà a riferire a lui fino alla sua transizione.
  • Prima dell’annuncio, si parlava come possibile successore di Iger anche di Kevin Mayer, il presidente del direct-to-consumer che ha supervisionato il lancio di successo di Disney+.

Solido background: Chapek non è un novellino. È nella Disney dal 1993, guidando la distribuzione cinematografica e la famigerata (e redditizia) strategia della compagnia di mantenere classici come Cenerentola e Il re leone.

Numeri: quando Iger è diventato ceo nel 2005, Disney aveva una capitalizzazione di mercato inferiore a $ 49 miliardi. La società, che ha lanciato con successo servizi di streaming come Hulu ed ESPN +, ora vale quasi cinque volte.

Citazione: “Con il successo del lancio delle attività dirette al consumatore della Disney e l’integrazione della Twenty-First Century Fox in atto, credo che questo sia il momento ottimale per lasciare a un nuovo ceo”, ha affermato Iger.

Critico principale: il mercato. Le azioni Disney sono scese di oltre il 2% nelle contrattazioni after-hour a Wall Street.