Dan Bilzerian può permettersi la vita da star di Instagram? Qualcuno inizia a metterlo in dubbio

RICHMOND, VA – APRIL 24: Poker player Dan Bilzerian attends qualifying for the NASCAR Sprint Cup Series Toyota Owners 400 at Richmond International Raceway on April 24, 2015 in Richmond, Virginia. (Photo by Kevin C. Cox/Getty Images)
Share
foto di Dan Bilzerian
RICHMOND, VA – APRIL 24: Poker player Dan Bilzerian attends qualifying for the NASCAR Sprint Cup Series Toyota Owners 400 at Richmond International Raceway on April 24, 2015 in Richmond, Virginia. (Photo by Kevin C. Cox/Getty Images)

Se si digita in rete il nome di Dan Bilzerian, la prima cosa che compare è ‘come è diventato così ricco?’? Classe 1980, Dan è un vip a tutti gli effetti, incallito giocatore di poker e beneficiario di un fondo fiduciario off-shore creato dal padre, Paul Bilzerian. Ma una domanda che nell’ultimo periodo accompagna simili ricerche è anche un’altra: come riesce a pagare il suo sfrenato stile di vita? Stando a una causa intentata questa settimana, non lo fa. In particolare, al centro della causa vi sarebbe una denuncia di ritorsioni basata sul fatto che la sua compagnia operativa nell’industria della cannabis, Ignite International, avrebbe finanziato spese personali stravaganti come un tavolo da ping-pong da 15mila dollari e un servizio fotografico da oltre 130mila alle Bahamas (pochi giorni fa Forbes ha reso noto che Ignite ha perso 50 milioni l’anno scorso e probabilmente fallirà).

Spese stravaganti come ad esempio quella del contratto di locazione per la sua casa sulle lussureggianti colline di Los Angeles, pari a 200mila dollari al mese, continui viaggi all’estero e yacht, che sono a carico della Ignite International. Fun fact: stando al testo della denuncia, Heffernan, ex dirigente di Procter & Gamble, si è opposto ai tentativi di gonfiare le entrate della società e “ha sollevato serie preoccupazioni riguardo alle frodi finanziarie”. Appena due giorni dopo, la compagnia gli ha dato il ben servito. E a peggiorare la situazione ci sarebbe il fatto che molti dipendenti della società hanno finito per confermare le affermazioni di Heffernan. I contabili hanno segnalato 843.014,06  dollari in spese della società che sembravano essere “di natura personale”. Tra queste spese anche un noleggio di yacht pari a mezzo milione di dollari, un viaggio a sei cifre e due notti a Londra e un campo da paintball da 75mila dollari solo per citarne qualcuna. Last but not least, anche la fama sui social ha il suo prezzo. E difatti per raggiungere gli attuali 31,9 milioni su Instagram, la compagnia dell’influencer di origini armene avrebbe sborsato 26mila dollari per incrementare i follower di Bilzerian e ha pagato le spese di viaggio del cast di modelle che accompagnano sempre Bilzerian ovunque lui vada.