Come è fatta la Aznom Palladium, la hyper-limousine tutta italiana

Share

Aznom Palladium, la hyper-limousine tutta italiana

Il mercato delle suv e delle crossover è in continua crescita, tanto che anche le case specializzate in vetture super sportive si sono dovute piegare a questo nuovo trend. Uno dei primi costruttori a cedere è stata la Porsche, seguita da Lamborghini, Maserati e Aston Martin. Tra qualche mese, sarà addirittura la volta della Ferrari Purosangue.

Quello delle auto rialzate di lusso è un segmento di mercato che non dà segni di flessione, specie in Cina e Medio Oriente.  Ed è proprio a questo mercato che vuole puntare la Aznom Palladium. Il nome potrebbe non voler dire nulla a molti, ma la Aznom è un’azienda di Monza specializzata nella trasformazione e personalizzazione di auto (“Aznom” non è altro che “Monza” scritto al contrario). La Aznom Palladium viene definita dalla stessa compagnia una hyper-limousine, ossia una berlina di lusso elevata all’ennesima potenza. Così come la precedente Antulux, presentata nel 2018, sfrutta la base tecnica del pick-up RAM 1500

Interni Aznom Palladium, la hyper-limousine tutta italiana

In sostanza, la compagnia monzese ha trasformato radicalmente la carrozzeria, grazie a un raffinato progetto artigianale, impreziosito gli interni e potenziato il motore.

Le dimensioni della Aznom Palladium sono davvero maxi: lunghezza 596 cm, larghezza 209 e altezza 197. Osservandola si può notare una particolare commistione tra i tratti di una suv e quelli di una berlina di lusso. Questi ultimi si evincono dalla grande mascherina cromata che ingloba i sottili fari a led e ricorda quella presente sulle limousine del passato. 

Le fiancate della Aznom Palladium sono tese e lineari e il tetto è spiovente, quasi a ricordare quello delle coupé. I massicci montanti posteriori sono stati alleggeriti da due piccoli finestrini che si estendono in orizzontale. Viste le dimensioni e il peso, che ammonta a 2.650 kg, a spingerla troviamo un vigoroso V8 da 5.7 litri che eroga 710 cavalli e 950 Nm di coppia. Le prestazioni, nonostante la stazza, sono di tutto rispetto: 0-100 in 4,5 secondi e velocità massima di 210 km/h  (autolimitata). Poiché la vettura è pensata anche per affrontare terreni difficili, è presente anche un sistema di trazione 4×4. Il conducente può comunque scegliere differenti assetti che prevedono quattro livelli di altezza.

Cruscotto Aznom Palladium, la hyper-limousine tutta italiana

Se le forme e le dimensioni della Aznom Palladium sono esagerate, la stessa cosa può dirsi anche degli interni dove troviamo pelle a profusione. È stato lo specialista Foglizzo a occuparsi di rivestire i sedili anteriori e il divano posteriore con un pellame di alta qualità, impreziosito da cuciture a tono. Non mancano dettagli unici come il mobiletto posteriore, dove trovano posto due calici e relativa bottiglia, utili per un drink rilassante, e le valigie abbinate realizzate nello stesso pellame dei sedili. È inoltre presente un ombrello curato dall’artigiano Francesco Maglia.

La Aznom Palladium sarà prodotta nella tiratura limitata di soli 10 esemplari, totalmente personalizzabili dai clienti e destinati ai mercati americano, cinese, mediorientale e russo.